rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
sanita

Stabilizzati i precari dell'Asl: "Fine di un periodo di grandi battaglie"

Antonio Macchia, Cgil: "E’ stato un lavoro lungo e faticoso che ci ha visti fortemente coinvolti sin dalla entrata in vigore della normativa"

BRINDISI - Il personale precario dell’Asl Brindisi è stato stabilizzato. Lo ha annunciato il segretario generale della Cgil Brindisi, Antonio Macchia, attraverso un comunicato stampa in cui il sindacato manifesta soddisfazione per il risultato raggiunto. 

“Con la Delibera che conclude tale processo di stabilizzazione, diretta del personale con 36 mesi di anzianità negli ultimi 8 anni che Antonio Macchiacomunque abbia superato un concorso pubblico – spiega Macchia - si è concluso un periodo di grandi battaglie sindacali, tutte mirate al miglioramento delle condizioni di vita del personale ad oggi precario, ma che nella prestazione lavorativa ha sempre dato esempio di grande professionalità”.

“E’ stato un lavoro lungo e faticoso – prosegue il sindacalista - che ci ha visti fortemente coinvolti sin dalla entrata in vigore della normativa, passando attraverso gli incontri avuti in sede Regionale, per poi giungere alla estate 2018 consapevoli che i nostri lavoratori e la sanità Brindisina non potessero più attendere i tempi della burocrazia”.

Nei prossimi giorni la Cgil vigilerà “sulle convocazioni tese alla sottoscrizione del tanto sospirato contratto di lavoro a tempo indeterminato”. Il sindacato “ringrazia tutti  coloro  che si sono battuti affinché la norma avesse una concreta applicazione e soprattutto ringrazia tutti i Colleghi che hanno creduto in noi”. 

“In questo difficile periodo economico – conclude Macchia - è stata una sfida doppiamente ardua,  ma che oggi ci rende ancora più orgogliosi delle nostre scelte e della caparbietà con cui sempre siamo soliti affrontare le battaglie sindacali in cui crediamo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzati i precari dell'Asl: "Fine di un periodo di grandi battaglie"

BrindisiReport è in caricamento