Tagli pure a neuropsichiatria infantile

FRANCAVILLA FONTANA - "Siamo un gruppo di genitori preoccupati dei possibili disservizi che si potranno creare all’interno del Centro Niat di via Cavour a Francavilla, visto che alla riapertura del servizio ci è stato comunicato che, al momento, non potrà essere offerto e garantito alcun supporto psicologico". Comincia così una lettera aperta di un gruppo di genitori di Francavilla Fontana, che racconta un'altra storia di precari della sanità licenziati, e di pazienti in crisi, questa volta in cura presso un servizio di Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adoloscenza.

Il logo della Asl di Brindisi

FRANCAVILLA FONTANA - "Siamo un gruppo di genitori preoccupati dei possibili disservizi che si potranno creare all’interno del Centro Niat di via Cavour a Francavilla, visto che alla riapertura del servizio ci è stato comunicato che, al momento, non potrà essere offerto e garantito alcun supporto psicologico". Comincia così una lettera aperta di un gruppo di genitori di Francavilla Fontana, che racconta un'altra storia di precari della sanità licenziati, e di pazienti in crisi, questa volta in cura presso un servizio di Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adoloscenza.

"Sappiamo che stessa situazione sta interessando altri centri come Latiano e San Pietro Vernotico, il tutto a causa del licenziamento di sette psicologi dell’Asl e due sociologi", scrivono ancora i genitori. "Come genitori auspichiamo una ripresa delle attività visto che il servizio Niat opera in stretto contatto con la scuola. I nostri figli sono seguiti da questo servizio e, nello specifico, per quanto concerne Francavilla (copre altri 5 Comuni), assistititi dagli psicologi mandati a casa, non per colpa loro ma altre ragioni legate a normative che non conosciamo".

"Ragioni di continuità, visto che la storia clinica è nota a questi operatori che li hanno in carico, inducono - è la conclusione della lettera aperta - ad una riattivazione dei servizi per il bene e la salute dei nostri figli. Vogliamo usufruire di questo servizio reso da anni ormai dall’Asl di Brindisi in questo settore dell’handicap e dei vari disturbi comportamentali".

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Pochi medici, primi effetti sui servizi anche alla Asl di Brindisi: si allungano le liste d'attesa

  • Aggressioni negli ospedali, Cisl Fp: "Più tutele per gli operatori sanitari"

  • Tratta degli esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale: incontro formativo

Torna su
BrindisiReport è in caricamento