Tangenti sulle Tac: 7 indagati per concussione

BRINDISI - Sono sette le persone indagate, tra cui anche tecnici e dipendenti Asl, in un’inchiesta del pm Marco D’Agostino, della procura di Brindisi, per concussione per induzione in relazione a presunte tangenti nelle forniture del servizio Tac in alcuni ospedali della provincia di Brindisi.

I carabinieri all'ex Di Summa

BRINDISI - Sono sette le persone indagate, tra cui anche tecnici e dipendenti Asl, in un'inchiesta del pm Marco D'Agostino, della procura di Brindisi, per concussione per induzione in relazione a presunte tangenti nelle forniture del servizio Tac in alcuni ospedali della provincia di Brindisi.

Proprio nell'ambito di quest'inchiesta stamani, su delega del pubblico ministero, i Nas di Taranto hanno effettuato perquisizioni all'interno della sede della Asl di piazza Di Summa e presso l'abitazione di alcune delle persone coinvolte, tra cui l'ingegnere Vincenzo Corso, uno dei vertici dell'area tecnica dell'azienda sanitaria locale.

I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni hanno acquisito numerosi documenti nonché computer e materiale informatico. A tutti gli indagati è stato quindi notificato il decreto di sequestro che ha valore di informazione di garanzia. Alle persone coinvolte è contestata l'ipotesi di induzione indebita a dare o promettere utilità, introdotta di recente con la legge Severino.

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento