rotate-mobile
sanita

Un giardino per l'Alzheimer

BRINDISI – Si terrà venerdì 1 giugno, presso la sala Mario Marino Guadalupi a Brindisi, il convegno nazionale sull’Alzheimer. L’iniziativa è organizzata dall’associazione Italiana Direttori e Tecnici dei Pubblici Giardini. Scopo della giornata, dare un contributo terapeutico a questo tipo di patologia che coinvolge, oltre ai pazienti, anche l’intera sfera familiare. La mattinata dedicata allo sviluppo della patologia quale l’Alzheimer negli ultimi decenni, inizierà alle ore 9.30 con il saluto delle Autorità presso Palazzo di città a Brindisi mentre i lavori inizieranno un quarto d’ora dopo, circa, con Stefano Cerea nonché presidente dell’associazione promotrice dell’evento.

BRINDISI - Si terrà venerdì 1 giugno, presso la sala Mario Marino Guadalupi a Brindisi, il convegno nazionale sull'Alzheimer. L'iniziativa è organizzata dall'associazione Italiana Direttori e Tecnici dei Pubblici Giardini. Scopo della giornata, dare un contributo terapeutico a questo tipo di patologia che coinvolge, oltre ai pazienti, anche l'intera sfera familiare. La mattinata dedicata allo sviluppo della patologia quale l'Alzheimer negli ultimi decenni, inizierà alle ore 9.30 con il saluto delle Autorità presso Palazzo di città a Brindisi mentre i lavori inizieranno un quarto d'ora dopo, circa, con Stefano Cerea nonché presidente dell'associazione promotrice dell'evento.

"E' noto che una qualsiasi area a verde, - fanno sapere dall'associazione - sia che si tratti di un bosco, un parco naturale, un parco urbano, un giardino fiorito, di per sé produce effetti positivi sull'essere umano sotto i profili psico-fisico. E partendo da questa certezza, agronomi e forestali, architetti e paesaggisti si sono cimentati ad effettuare studi mirati e realizzazioni di spazi a verde "dedicati", per trasferire "i benefici del verde" nell'ambito di programmi terapeutici in sinergia con gli attuali protocolli medici specialistici".

Il giardino dell'Alzheimer è appositamente studiato con percorsi e utilizzo di particolari essenze vegetali stagionali, arbustive ed arboree, di giochi d'acqua ed attrezzature varie a correndo, per stimolare curiosità, interesse, emozioni, ricordi, percezioni visive ed olfattive, che si ritiene possano risultare di grande supporto per attenuare gli effetti di questa grave forma di patologia o se non altro di renderla meno aggressiva.

Il convegno converrà con le conclusioni di Maurizio Friolo, vice presidente Commissione Sanità e Servizi Sociali della Regione Puglia. Durante la mattinata si terrà, anche, la consegna del premio "Angelo Tosi", assegnato a Giorgio Badiali, responsabile fitopatologo dell'associazione Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini. "Ulteriore scopo dell'iniziativa - conclude nella nota il presidente dell'associazione Giovanni Nardelli - sarà quello di sensibilizzare le amministrazioni sanitarie a vari livelli, sia pubbliche che private, per destinare parte delle risorse disponibili per realizzare le opere di cui innanzi presso le strutture sanitarie stesse, laddove il paziente, per svariate ragioni, è costretto a soggiornare presso le strutture di cui innanzi". Il convegno sarà moderato da Graziella Zaini, direttore della rivista Acer - Il Verde Editoriale.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un giardino per l'Alzheimer

BrindisiReport è in caricamento