"Brindisi non cambia mai”: lo dice anche "Science”. Ecco le otto prove...

Quelli che sostengono che “tanto Brindisi non cambia mai” hanno ragione. Lo conferma una ricerca del magazine Science, che ha elaborato la classifica delle otto prove dell’immobilità della città.

L'attuale palazzetto di Brindisi

Quelli che sostengono che "tanto Brindisi non cambia mai" hanno ragione. Lo conferma una ricerca del magazine Science, che ha elaborato la classifica delle otto prove dell'immobilità della città.

1) La barba di Lele Amoruso è sempre uguale e nessuno ha mai visto il volto del sociologo prima della sua conversione alla Jihad. Qualcuno sostiene addirittura che il piccolo Lele sia nato con la barba.

2) I canti dei tifosi dell'Enel Basket Brindisi sono esattamente gli stessi dell'epoca Bartolini. Sembra che nessuno voglia cambiarli per rispetto ai padri fondatori della curva (che non è a curva).

3) Antonio Celeste faceva le interviste 30 anni fa e parlava più dell'intervistato. Ancora oggi Antonio Celeste fa le interviste e riesce a parlare più dell'intervistato, restando così il detentore del record del Grande Salento, seppur tallonato dal giovane Walter Baldacconi.

4) I rimorchiatori Barretta resteranno nei secoli dei secoli nel porto interno, anche se qualcuno, ogni sei-sette mesi, solleverà il problema del loro spostamento. Sarà comunque eliminato il monopolio. Il servizio di rimorchio delle navi, infatti, sarà effettuato a turno da un gruppo di 10 aziende: la Francesco Barretta, la Giuseppe Barretta, la Paola Barretta, la Rosy Barretta e via di seguito.

5) Sei mesi dopo ogni benedetta volta che andremo a votare, ci ritroveremo a dire che "Questo Consiglio comunale è peggio di quello precedente". Il problema è che non si capisce dov'è il fondo. O erano scienziati i vecchi consiglieri comunali (e non ci pare proprio), oppure siamo affetti da una inguaribile sindrome di peggioramento mentale.

6) Ogni anno, al termine dei fuochi d'artificio della festa di San Teodoro e San Lorenzo, quello che vi sta accanto dirà: «Eh, ma l'anno scorso sono stati molto più belli».

7) Dopo aver vinto la Coppa Italia, il campionato di Lega A e perfino l'Eurolega, perfino nel 2020 i vecchi tifosi dell'Enel Basket Brindisi continueranno a menarcela con il ricordo della vittoria contro Dan Peterson.

8) Dopo il progetto del PalaEventi, del PalaFerrarese, del Pala10.000, del MadisonBrindisiGarden, finalmente la città nel 2025 avrà il suo nuovo palazzetto, il PalaPentassuglia: senza seggiolini, solo posti in piedi, con possibilità di caricarsi i bambini sulle spalle. Così arriviamo a 8000 posti e nessuno potrà più rompere le scatole.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento