rotate-mobile
satyricon

D'Attis ammette: "Le castagne mi creano aria nello stomaco"

Erano anni che non leggevamo una intervista così: sconvolgente, piena di rivelazioni che stanno facendo discutere il mondo, e che hanno fatto passare in secondo piano perfino la rielezione di Obama. Dopo quelle rilasciate da Berlinguer a Eugenio Scalfari e da Fidel Castro a Gianni Minà, l'intervista rilasciata da Mauro D'Attis ad una Free-Press locale entra a gran diritto tra i grandi scoop del giornalismo mondiale, e svela il vero volto di quello che poteva essere il sindaco di Brindisi. Ma per fortuna non è stato, vien da dire oggi, alla luce delle sue dichiarazioni.

Erano anni che non leggevamo una intervista così: sconvolgente, piena di rivelazioni che stanno facendo discutere il mondo, e che hanno fatto passare in secondo piano perfino la rielezione di Obama. Dopo quelle rilasciate da Berlinguer a Eugenio Scalfari e da Fidel Castro a Gianni Minà, l'intervista rilasciata da Mauro D'Attis ad una Free-Press locale entra a gran diritto tra i grandi scoop del giornalismo mondiale, e svela il vero volto di quello che poteva essere il sindaco di Brindisi. Ma per fortuna non è stato, vien da dire oggi, alla luce delle sue dichiarazioni.
È proprio rileggendo le sue dichiarazioni, infatti, che in redazione qualcuno ha esclamato: "Certo che con la vittoria di Consales abbiamo avuto un gran colpo di culo!". BrindisiReport vi propone l'intera intervista, completa delle parti che la Free-Press non ha avuto il coraggio di pubblicare, per non creare problemi ai sofferenti di cuore.
Come inizia la sua giornata tipo?
La sveglia suona alle sette in punto, con la musichetta di Forza Italia. Ma non mi alzo prima delle 7.20, tanto non saprei che fare. La barba ancora non mi cresce, quindi me la prendo comoda. Di solito vado subito in bagno e faccio la pipì, ma questo, ti prego, non lo scrivere, non vorrei apparire come uno che si dà delle arie.
Mi sembra una grande dimostrazione di modestia. Ci può rivelare cosa prende a colazione? La città se lo chiede da anni!
Caffè e latte a temperatura ambiente, perché quello caldo mi genera scariche di diarrea che Dio solo sa! E poi i biscotti del forno sotto casa: il titolare pensa che sia ancora vicesindaco, e allora ogni settimana mi manda una busta gratis... Poi lettura dei giornali sull'iPad: Topolino, FocusJunior, insomma letture abbastanza impegnative.
Non crediamo alle nostre orecchie. Vada avanti...
Ma davvero vi interessano queste cose? Ok, allora continuo. Esco di casa alle 8.30, ma poichè non ho un granché da fare, rientro alle 8.45. La speranza è che Consales durante il giorno faccia qualche puttanata, e devo dire che all'inizio era partito benissimo..., così qualche giornalista mi chiama per rilasciargli dichiarazioni da "esperto" della politica.
E nel pomeriggio?
Il resto della giornata passa tra letture ardite, come il Programma della prima giunta Mennitti, che ancora faccio fatica a comprendere, oppure l'Oroscopo di Branco.
Quante ore dedica alla famiglia?
Quattro.
Al lavoro?
Sei.
E ai cartoni animati?
Tre.
Sia sincero.
Cinque, più due ore di Pes alla Playstation.
Cosa guarda in tv la sera?
Porta a porta.
Perché? Sta pensando al suicidio?
No, uso Vespa come il Valium.
Cena in casa o fuori?
Preferisco che mi invitino, ovviamente. Mi trovi un politico a cui non piace mangiare a sbafo!
In effetti non ha tutti i torti. Ma lo sa che questa intervista si sta rivelando uno scoop sensazionale?
Mi fa piacere. Se vuole le racconto dell'ultima volta che sono andato a funghi sul Pollino.
No, guardi, facciamo così, la teniamo per il prossimo numero. I brindisini non vedranno l'ora di leggerla. Ci tolga solo una curiosità: ma davvero le caldarroste le creano aria nello stomaco?
È vero. Come avete fatto a saperlo?
Sa com'è, gli avversari politici tendono sempre a rivelare i punti deboli dei concorrenti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Attis ammette: "Le castagne mi creano aria nello stomaco"

BrindisiReport è in caricamento