ESCLUSIVO / Juan Carlos: «Nulla la cessione della Colonna Romana ai leccesi». Ecco la lettera

L’Associazione Nuovo Ordine Italiano dell’Iride aveva ragione e il re di Spagna Juan Carlos ha immediatamente risposto alla lettera-intimazione inviata dai brindisini, dichiarando che in effetti l’atto di cessione della Colonna romana ai leccesi è da considerarsi nullo, e dunque il monumento presto tornerà sulla scalinata virgiliana, dove Stefano e Fabrizio Tregua hanno già dovuto spostare un paio di tavolini del loro ristorante.

Colonna-romana-Canale-Pigonati-e-Forte-a-Mare

L'Associazione Nuovo Ordine Italiano dell'Iride aveva ragione e il re di Spagna Juan Carlos ha immediatamente risposto alla lettera-intimazione inviata dai brindisini, dichiarando che in effetti l'atto di cessione della Colonna romana ai leccesi è da considerarsi nullo, e dunque il monumento presto tornerà sulla scalinata virgiliana, dove Stefano e Fabrizio Tregua hanno già dovuto spostare un paio di tavolini del loro ristorante.

Ecco, in anteprima mondiale, la lettera dell'associazione, la risposta di re Juan Carlos e un breve commento del sindaco di Lecce, Paolo Perrone. I tre documenti sono tutti in spagnolo, ma il contenuto è facilmente comprensibile a tutti.

 

La lettera del Nuovo Ordine Italiano dell'Iride

«Gentil Juan,

puro io me llamo Giovanni, quindi estiamo già a buon punto. Noi volevam saperes porché avete dato las colonna a los poppitos, senza nemmenos una pata di fichi para nosotros brindisinos. Esto es un comportamiento inaccettables! Las invitiamos a declarar invalido lo atto de vendita/cessione stipulados dal re en el lo studio de los notaro Miguel Erricos, e a partycipar al nuestro prossimo debattito alla festa de Svilupo y Lavoro, sull'argomiento: "tira più el pielo o la colonna?".

Cordiales saludad, Giovanni Brigante y Stefano Erario».

 

La risposta di re Juan Carlos

«Gentil Juan y Stefan,

ma con tuttos los casinos che estanno in Europa, y con la partida de Champions del Real Madrid, voi pensiate che io pudìa perder tiempo con este vostres cazzades?

E già el compagno Mimmos Mennittis me rumpìa le pelodas con esta historya de las colonnas. Ma che stracavolos ce trovate in este quattros pietres? En ogni casos, in segno de amicizia, escriberò al sindaco Paulinho Perrone.

Soy lusingado del invito alla vuestra conferencia y annuncio mia presenzia, ma solo se està la figas, giusto por restar en tema. Facetemi saber».

Il commento del sindaco di Lecce, Perrone

«Gentil Juan 1 e Juan 2, gentil Stefan, cari brindisini,

ma no tenietes proprio unos cazos a cui pensares?».

 

Avete appena finito di leggere un articolo di satira: fatti e personaggi citati e raccontati sono totalmente invitati. Ci scusiamo se persone reali tentano di imitare le nostre storie di fantasia.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento