Festeggiamo i tre anni in grande: da domani nasce BrindisiReporn

BrindisiReporn, BrindisiRemote, Brindisi ReCon: sono solo alcune delle iniziative editoriali che l'editore di BrindisiReport.it sta mettendo in campo in occasione dei primi tre anni della testata web più letta dai brindisini e più copiata dai colleghi giornalisti. La prima iniziativa, quella che farà più discutere e che ci ha già procurato una Enciclica Iettatorum da parte del nuovo arcivescovo di Brindisi, è lo sbarco nel mondo del porno, «l'unico - scrive il nostro editore nell'ultima trimestrale - che può assicurare un aumento dei lettori e un innalzamento dei profitti». E non solo di quelli.

BrindisiReport.it

BrindisiReporn, BrindisiRemote, Brindisi ReCon: sono solo alcune delle iniziative editoriali che l'editore di BrindisiReport.it sta mettendo in campo in occasione dei primi tre anni della testata web più letta dai brindisini e più copiata dai colleghi giornalisti. La prima iniziativa, quella che farà più discutere e che ci ha già procurato una Enciclica Iettatorum da parte del nuovo arcivescovo di Brindisi, è lo sbarco nel mondo del porno, «l'unico - scrive il nostro editore nell'ultima trimestrale - che può assicurare un aumento dei lettori e un innalzamento dei profitti». E non solo di quelli.

BrindisiReporn sarà online da domani, giorno in cui BrindisiReport.it festeggerà i suoi primi tre anni. Vi si accederà dalla nostra homepage e metterà a disposizione dei lettori un vasto archivio di video hot amatoriali di brindisini e brindisine impegnati in lunghe discussioni sugli argomenti più roventi della vita locale: dalla posizione più adeguata per spegnere la torcia del petrolchimico al metodo più sicuro per la rigassificazione dei mariti. La nuova iniziativa editoriale si avvarrà della sponsorizzazione di Culturamiamo, perché pur essendo più o meno di sinistra continuiamo a pensare (ma solo nei giorni pari) che non ci possa essere sesso senza amore. Per volontà del direttore responsabile e del curatore di Satyricon, è stata imposta all'editore una speciale finestrella dedicata ai video con SuperMax, che nella pagine di BrindisiReporn non verrà più preso "per culo" ma "di culo". Si tratta di una differenza sottile, ma abbastanza dolorosa, che però consente di tenere integra la linea editoriale del sito madre.

BrindisiReCon: proprio perché facciamo riferimento all'area di centrosinistra (anche se pensare all'Udc di Casini ci crea un serio imbarazzo esistenziale, oltre che intestinale) non possiamo non sostenere il sindaco Mimmo Consales, che avrà il nostro aiuto a priori. Per mantenere un parvenza di neutralità, il direttore di BrindisiReport.it ed il curatore di Satyricon hanno chiesto e ottenuto dall'editore di poter ospitare una speciale sezione intitolata "Tutte le cazzate che Consales poteva evitare". La speranza è che questa sezione non diventi preponderante rispetto ai contenuti del sito.

BrindisiRemote: siamo una città abituata a guardarsi alle spalle invece di sognare il futuro. Continuiamo a sfracanarci i marroni con i racconti di quando facevamo il bagno a Sant'Apollinare e del giorno in cui battemmo la Billy Milano. Sembra che la storia di Brindisi sia circoscritta a questi due eventi storici, cui recentemente - non per nostra volontà - si sono aggiunti la visita degli albanesi e quella del Papa. Siamo come quei nonnini che per tutto il giorno ricordano ai loro nipoti di "quando erano giovani loro". Allora perché non dedicare agli amanti del passato remoto un apposito sito? Su BrindisiRemote i lettori potranno raccontare tutte le loro gesta eroiche: i tuffi dal monumento al Marinaio, le camminate sui ricci alla conca, le granite della signora Gina al chiosco di vico Conserva, i lanci di raudi dalla Salvarani alla Gelateria delle Rose, le pomiciate (e non solo quelle) al Campo nero. Finalmente un sito per dare valore alla nostra identità collettiva.

Comprenderete bene che per sostenere questa crescita servono tanti soldi e tanta buona volontà: i collaboratori e le collaboratrici di BrindisiReport.it hanno accettato di fare uno sforzo che va al di là delle loro competenze e delle loro mansioni. Saremo tutti coinvolti nella raccolta fondi volontaria che si svolgerà agli incroci della città e in piazza della Vittoria. Inizialmente era stato previsto di impegnare le collaboratrici sulla strada per Taranto, ma ormai tutti gli spazi risultavano occupati da lavoratrici straniere, e abbiamo preferito non scatenare una guerra tra poveri. Le nostre donne, allora, presidieranno piazza della Vittoria ogni domenica mattina e offriranno crisantemi e margherite di campo a quanti verseranno un contributo volontario di almeno 50 centesimi per BrindisiReport.it. Marcello Orlandini e Fabio Mollica, invece, raccoglieranno fondi, a turno, all'incrocio di viale Aldo Moro, ma lo faranno solo nelle ore in cui non sono presenti gli immigrati (cioè solo di notte). Per gli editorialisti Caldarola, Colelli, Dipietrangelo, Cariello sono state selezionate delle location più consone al loro status quo: il rione Casale, il porto turistico, la lega navale, l'aeroporto.

Chiunque farà un'offerta per il sostentamento di questo immane sforzo editoriale, sarà iscritto d'ufficio nel Club Amici di BrindisiReport.it, la cui presidenza ad honorem è stata affidata a Marcello Rollo. Poiché siamo consapevoli di scrivere un sacco di cazzate, e non solo in questa rubrica, immaginiamo che non tutti aderiranno alla sottoscrizione volontaria. Allora abbiamo pensato di istituire anche il Club Nemici di BrindisiReport.it: ne farà parte chi non verserà nemmeno un centesimo. Tutti gli iscritti al Club Nemici avranno diritto ad almeno un Satyricon personalizzato. È il minore dei mali che possa toccare loro.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento