rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
satyricon

Quell'irrefrenabile voglia di pomiciarsi Piero Bucchi dopo ogni vittoria

Da un po’ di tempo al PalaPentassuglia si verifica un fenomeno strano, strano quasi quanto quello delle carpe al Cillarese. Per fortuna avviene solo nelle giornate in cui l’Enel Basket vince, quindi non si può ancora parlare di evento allarmante. Si tratta della irrefrenabile voglia di baciare coach bucchi.

Da un po' di tempo al PalaPentassuglia si verifica uno strano fenomeno, strano quasi quanto quello delle carpe al Cillarese. Per fortuna avviene solo nelle giornate in cui l'Enel Basket vince, quindi non si può ancora parlare di evento allarmante.

Sui fatti, che solo Satyricon è in grado di svelare, sono comunque in corso degli approfondimenti da parte della Digos, che ha deciso di avvalersi della consulenza esterna di Alfieri Carbone e degli uomini del gruppo speciale Mocado, grandi esperti in paranormale e occultismo.

I fatti dicono questo: quando l'Enel vince, tra i presenti al palazzetto esplode una irrefrenabile voglia di accoppiarsi. In effetti già alcuni mesi fa qualcuno aveva segnalato a BrindisiReport che durante il primo ed il secondo quarto nei bagni del palasport qualche coppietta di amanti ne approfittava per scambiarsi fugaci effusioni, ma qui andiamo ben oltre.

In effetti, come testimoniano alcune foto in nostro possesso, dopo la vittoria contro Milano il presidente Nando Marino è corso in campo per abbracciare Piero Bucchi e sbaciucchiarselo manco fosse Sharon Stone. Il coach, probabilmente infettato dal presidente, si è subito diretto verso Massimo Ferrarese, che non si è di certo tirato indietro ed ha sussurrato nell'orecchio dell'allenatore: «Con quello che ti paghiamo, dovresti darmi più di qualche bacetto».

L'arrapamento si è subito diffuso tutto intorno, e Gino Bagnato, malgrado l'età avanzata, ha voluto dare dimostrazione di essere ancora nel pieno possesso di tutte le facoltà fisiche: ha scavalcato la transenna con un balzo, lasciando a bocca aperta la moglie, ed ha rifilato anche lui un bacio appassionato a Pierino.

Per non portarla troppo per le lunghe, tutti gli altri soci sono stati invitati a pomiciare il coach negli spogliatoi, con la possibilità di scegliere, in alternativa, Michelutti o Aminu. In effetti sembra che lo straniero qualche prurito l'abbia provocato, ma la privacy ci impone di tenere segreti i nomi dei soci della New Basket che hanno preferito la carne fresca a quella del coach, che pure è tenuta giovane con costosissime creme e profumi Emporio Armani.

L'efficientissimo ufficio stampa della New Basket Brindisi ha già diramato un comunicato in cui si ufficializza che ogni mercoledì, al termine dell'allenamento a porte aperte, anche i tifosi potranno baciare (con moderazione) Piero Bucchi e scattare delle foto ricordo. Il sabato mattina invece il coach saluterà tutti i tifosi, e possibilmente le tifose, sotto casa, all'ora della colazione.

 

N.B.: Avete letto un articolo di satira. Personaggi e fatti citati sono inventati di sana pianta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quell'irrefrenabile voglia di pomiciarsi Piero Bucchi dopo ogni vittoria

BrindisiReport è in caricamento