Samir: sei ipotesi dietro la morte

Suicidio, morte da fumo passivo, inquinamento, morte da risate, morte per ripicca: sono queste le ipotesi al vaglio degli investigatori che cercano di far luce sul caso che sta appassionando i pugliesi più del Royal Baby e della condanna di Silvio.

Dietro la recinzione, la tigre Samir

Lunedì sarà effettuato l'esame autoptico sul corpo della tigre Samir, deceduta in circostanze poco chiare nei giorni scorsi. BrindisiReport (il quotidiano più estremista e animalista del web) sta giustamente dedicato ampio spazio al caso dell'estate, che sta tenendo i pugliesi con il fiato sospeso più della condanna di Silvio e della nascita del Royal Baby. Satyricon è in grado di svelare le piste finora seguite dagli investigatori.

Morte per inquinamento. È la strada suggerita dai "No al Carbone": a loro dire l'animale avrebbe inalato fumi delle centrali brindisine «Un motivo in più per chiudere tutti gli impianti industriali e campare d'aria». Ma ci sono dubbi a causa del fatto che il forte vento di tramontana che batte ormai da due mesi dovrebbe aver portato gli scarichi inquinanti più verso Lampedusa che a Savelletri.

Morte per fumo passivo. Samir potrebbe essere la prima tigre deceduta per fumo passivo, quello delle scimmie dello ZooSafari, note fumatrici incallite alle quali i turisti, per vendicarsi del costo del biglietto, lanciano sigarette di contrabbando di qualità infima e per di più scadute da almeno 10 anni. La vicinanza delle tigri al pozzo delle scimmie potrebbe essere stata fatale.

Suicidio. È una ipotesi azzardata ma non messa da parte. Samir si potrebbe essere suicidata per guadagnarsi i titoli dei giornali e di SkyTg24 prima che gli stessi fossero monopolizzati dalla sentenza della Cassazione e, soprattutto, dalla successiva marea di puttanate a commento della stessa.

Suicidio 2. È un'altra ipotesi, che viene presa in considerazione più della prima. Stando a questa pista, Samir si sarebbe gettata contro i fili elettrici dopo aver appreso che Al Bano non riesce a non fare sesso con le groupies e con tutti i croupier del mondo. Ma la botta più forte è arrivata quando il cantante ha dichiarato al settimanale "Oggi" (di cui Samir era appassionata lettrice) che è in procinto di sposare la Lecciso. La tigre sperava ancora in un ritorno con Romina Power, e sembra che avesse anche scommesso ingenti somme sulla reunion.

Morta per ripicca. Stando ad un messaggio lasciato all'Orango Jack, suo vicino di isolato, quello di Samir potrebbe essere stato un gesto di natura politica: «A 50 chilometri da qui c'è un sindaco che pensa solo ai cani. È ora che iniziasse a pensare anche a noi». Immediata la risposta di Consales: «Dedicherò a Samir il parco di Sbitri e adotterò due cuccioli di tigre: li metterò ad accogliere i rompiscatole che ogni giorni vengono a chiedermi incarichi e consulenze».

Morta di risate. È la pista più battuta, anche perché non sarebbe la prima vittima (né l'ultima) di questa particolare forma di decesso che si starebbe registrando da alcune settimane nel Brindisino. L'elefante Tommy e il cammello Lello avrebbero dichiarato ai medici legali che l'animale sarebbe schiattato subito dopo aver letto alcuni post su Facebook. Quelli di un ex presidente della Provincia.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento