Svelata l'identità dei fantasmi di Francavilla. Tra poco il video esclusivo

Un bambino, un uomo e una donna: all'interno del Castello degli Imperiali di Francavilla c'è una intera famiglia di fantasmi. Le immagini in possesso di Satyricon non lasciano dubbi sull'identità dei fantasmi, e dopo tre giorni di stupidaggini scritte su alcuni giornali e mandate in onda sulle tv locali, finalmente siamo in grado di svelarvi nomi e volti. Lo faremo tra qualche ora: alle ore 22 pubblicheremo un filmato in cui si vedono le facce dei tre personaggi. Non possiamo pubblicarlo prima perché il volto del bambino e dell'uomo potrebbero rovinare il sonno dei nostri lettori più piccoli. Per ora, accontentatevi degli indizi.

london_ghost_1-3

Un bambino, un uomo e una donna: all'interno del Castello degli Imperiali di Francavilla c'è una intera famiglia di fantasmi. Le immagini in possesso di Satyricon non lasciano dubbi sull'identità dei fantasmi, e dopo tre giorni di stupidaggini scritte su alcuni giornali e mandate in onda sulle tv locali, finalmente siamo in grado di svelarvi nomi e volti. Lo faremo tra qualche ora: alle ore 22 pubblicheremo un filmato in cui si vedono le facce dei tre personaggi. Non possiamo pubblicarlo prima perché il volto del bambino e dell'uomo potrebbero rovinare il sonno dei nostri lettori più piccoli. Per ora, accontentatevi degli indizi.

L'uomo. Nel filmato registrato tre notti fa, si vede chiaramente un fantasma col ciuffo. Dalle sue mosse, si evince che, quando era in vita, doveva essere un ingegnere, o forse un geometra o un addetto dell'Anas. Lo si vede infatti mentre progetta una rotatoria nel salone di rappresentanza del castello. Poi si avvicina ad un computer e posta un messaggio su Facebook: «Ve lo avevo promesso e come al solito ho mantenuto gli impegni. La Coppa del Nonno alla nocciola ve la potevo dare solo io». Dopo un po' il fantasma chiama al telefono tale Ciro Argese e gli ordina di inviare alla stampa un comunicato in cui smentisce qualsiasi ipotesi di partecipazione al Conclave, «perché io sarò il prossimo presidente della Regione. Anzi, scrivi così: il prossimo presidente fantasma della Regione».

La donna. Compare e ricompare in diverse stanze del Castello. E ogni volta che cambia stanza riesce a cambiare abito e acconciatura. Nel filmato che tra poco pubblicheremo, la si vede spesso in lacrime e si può sentire benissimo la sua voce, un sibilo che ripete all'infinito "Miii-mmoooo, Miiii-mmmooo, io ti volevo beneeeeee". Probabilmente il riferimento è ad una grave perdita, di un figlio, di un amico o, fatto ancor più grave, di una poltrona. La fantasma invoca più volte "l'intervento del Signore", e ogni volta che lo fa riappare al suo fianco il fantasma-uomo. Potrebbe trattarsi di un segnale di Dio. O più probabilmente di un eccesso di alcool.

Il bambino. Sull'identità del piccolo fantasma ci sono ancora dei dubbi. Anche lui appare triste e a tratti disperato. Alcuni esperti sostengono che si tratti di un giornalista. Altri di un aspirante segretario. Altri ancora parlano di un dipendente della Provincia che sperava di essere nominato dirigente. Qualcuno sostiene che si tratti del fantasma di un potentissimo ex parlamentare del PDL, scomparso ancor prima che il suo partito fosse cancellato dai grillini. Molto più probabilmente, però, si tratta soltanto di un bambino francavillese immortalato dalle telecamere di sicurezza del Castello mentre scavalca il muro di cinta e recupera un pallone finito all'interno del maniero.

Ma a Francavilla, si sa, ormai la gente è in preda al panico e crede ad ogni voce. Accade sempre così: dopo aver creato tanti mostri, si ha paura dei loro fantasmi.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento