Imitiamo i greci: un cane-presidente per l'Autorità portuale

Perché la Grecia sull’orlo del fallimento si è permessa il lusso di perdere Hercules Haralambides? La risposta ce l’ha data la foto scattata dal nostro inviato alla Brindisi-Corfù.

Il cane-presidente

Perché la Grecia sull'orlo del fallimento si è permessa il lusso di perdere Hercules Haralambides? È la domanda che ci siamo posti nella consueta riunione di redazione del sabato notte, dopo il terzo Mojto. La risposta ce l'ha data la foto scattata dal nostro inviato alla Brindisi-Corfù: in Grecia hanno scoperto che è meglio affidare ai cani le Port Authority.

In fondo, se si guarda ai dati dei traffici dal 1994 ad oggi, verrebbe da dire che l'Autorità portuale di Brindisi è stata gestita in maniera alquanto strana. "Da cani", direbbe qualcuno, ma gli animalisti potrebbero offendersi, e dunque evitiamo certi termini.

Però, almeno per una volta, sarebbe il caso di prendere spunto dai nostri fratelli greci: per il dopo Haralambides, perché non imitare i nostri dirimpettai?

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento