rotate-mobile
Speciale Carovigno

Scippatori in trasferta: borseggiano una donna e finiscono in manette

CAROVIGNO – Scippo in trasferta con arresto lampo per due giovani di Fasano residenti nella frazione di Pezze di Greco. Finiscono in cella il 29enne Mario Maggi ed il 22enne Giovanni Patronelli. Erano circa le 22.30, ieri sera, quando i due, avrebbero borseggiato una donna in corso Umberto. La trentatreenne camminava lungo la strada quando è stata affiancata da un'Alfa 164 da cui è sceso uno dei due complici strappandole la borsa all'interno della quale oltre agli effetti personali c'erano 50 euro, un telefonino ed una consolle Nintendo Ds.

CAROVIGNO - Scippo in trasferta con arresto lampo per due giovani di Fasano residenti nella frazione di Pezze di Greco. Finiscono in cella il 29enne Mario Maggi ed il 22enne Giovanni Patronelli. Erano circa le 22.30, ieri sera, quando i due, avrebbero borseggiato una donna in corso Umberto. La trentatreenne camminava lungo la strada quando è stata affiancata da un'Alfa 164 da cui è sceso uno dei due complici strappandole la borsa all'interno della quale oltre agli effetti personali c'erano 50 euro, un telefonino ed una consolle Nintendo Ds.

Arraffato il bottino i due si sono dileguati mentre sul posto arrivavano carabinieri della locale stazione che dopo essere risaliti all'auto dei malviventi hanno anche rintracciato il proprietario. L'operazione condotta in maniera congiunta dalle compagnie di San Vito dei Normanni e Fasano ha permesso di individuare i due malviventi a Pezze di Greco, dei quali la vittima aveva fornito solo una sommaria descrizione.

Dopo aver rintracciato il proprietario dell'auto ed averlo condotto in caserma quest'ultimo ha fatto il nome del complice facendo ritrovare anche la refurtiva che, interamente recuperata, è stata restituita alla donna. Dopo le formalità di rito, entrambi sono stati arrestati su disposizione del pm Raffaele Casto per furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippatori in trasferta: borseggiano una donna e finiscono in manette

BrindisiReport è in caricamento