rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
scuola Francavilla Fontana

A scuola di legalità, Vietti chiude il ciclo di incontri condotti con l'Anm

FRANCAVILLA FONTANA – I temi della legalità e della moralità al centro dell’incontro tra gli studenti di Oria e Francavilla Fontana con il vicepresidente del consiglio superiore della magistratura Michele Vietti. Si conclude, con una manifestazione molto partecipata un ciclo di lezioni, svolto con grande entusiasmo da parte della sezione di Brindisi dell’Associazione nazionale magistrati (Anm) durato un intero anno. Un ciclo di incontri inaugurato dall’ex presidente Eva Toscani e proseguito in continuità col predecessore con l’attuale, e fresco di nomina, presidente Milto Stefano De Nozza.

FRANCAVILLA FONTANA - I temi della legalità e della moralità al centro dell'incontro tra gli studenti di Oria e Francavilla Fontana con il vicepresidente del consiglio superiore della magistratura Michele Vietti. Si conclude, con una manifestazione molto partecipata un ciclo di lezioni, svolto con grande entusiasmo da parte della sezione di Brindisi dell'Associazione nazionale magistrati (Anm) durato un intero anno. Un ciclo di incontri inaugurato dall'ex presidente Eva Toscani e proseguito in continuità col predecessore con l'attuale, e fresco di nomina, presidente Milto Stefano De Nozza.

Non c'è chi non veda l'urgenza di un grande recupero di moralità e legalità dopo il viaggio tra le leggi per gli studenti del liceo Classico e Scientifico Vincenzo Lilla, presieduto dal dirigente Francesco Carone. La frase, scritta da Giovanni Paolo II, è stata pronunciata dal vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti nell'incontro con i giovani studenti nel Teatro Italia di Francavilla. Una platea attenta e preparata dai numerosi confronti avuti durante l'anno scolastico con i magistrati dell'Anm brindisina.

All'interno di quel progetto di studio, condivisione ed esaltazione del valore della libertà: "Il rispetto delle regole è fondamentale - dice Vietti - e i giovani lo hanno capito, anche se per molti di loro la libertà significa l'assenza di regole. Non è così, la libertà non è senza confini, bisogna rispettare le libertà altrui e questo lo si può fare solo rispettando le regole". Parlare chiaro agli studenti. Spiegare, sottolinea il presidente della Corte d'appello dei distretti di Lecce, Brindisi e Taranto Mario Buffa, quelli che sono i valori reali della società, spesso corrotti dall'esempio negativo di alcuni finti modelli.

"Occorre avere fiducia nelle istituzioni e negli adulti - esorta Buffa -, i giovani devono superare e vincere il pessimismo". Sul palco, dopo i saluti delle istituzioni, anche i tutori della legalità. Il presidente della sezione Brindisi dell'Anm, Milto De Nozza, e il suo predecessore Eva Toscani sono stati i primi a credere in un progetto che parte dai ragazzi per proiettarsi nel futuro: "In Italia esiste una forza giovanile - commenta a conclusione del progetto il sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Brindisi e neo presidente dell'Anm locale - che ci lascia ben sperare per il futuro. Lavorare con i giovani non è stato facile all'inizio, loro hanno tutto un loro codice di comunicazione, ma abbiamo trovato un muro d'accoglienza che ci da grande fiducia per il futuro e ci siamo accorti che anche i giovani hanno fiducia in noi".

Gli fa eco il suo predecessore, il giudice Eva Toscani: "Vedremo i frutti di questo lavoro nei prossimi anni, ci sono molti giovani brillanti, molte intelligenze che sapranno dare il loro contributo alla società in termini positivi". Oltre ai magistrati, premiati anche, per il loro impegno nella diffusione del progetto, il presidente di Mixer Media, Paolo Pagliaro e l'assessore provinciale alla cultura, Paola Baldassarre. Ma i veri protagonisti, alla fin dei conti, sono stati loro: studenti, adolescenti, ragazzi. Principalmente, gli uomini del futuro. Basi e fondamenta di una società che deve, necessariamente, cominciare a percorrere i binari della legalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola di legalità, Vietti chiude il ciclo di incontri condotti con l'Anm

BrindisiReport è in caricamento