Monticelli, parte 'Presidio Continuo 2.0'

BRINDISI - Studenti in azione anche all'altro liceo scientifico del capoluogo, il Monticelli, che dopo il Fermi giunge al punto scegliendo la strada della mobilitazione continua, piuttosto che quella della protesta estrema come l'occupazione dell'istituto, e inaugurano un progetto che si chiama "Presidio Continuo 2.0". Ciò è stato deciso - fa sapere il comitato studentesco del Monticelli, "per dimostrare al dirigente scolastico, al corpo docenti, ai genitori e a tutti coloro esterni alla scuola che non siamo ragazzi che hanno voglia di perdere tempo ma che, invece, hanno intenzione di portare avanti lo svolgimento regolare dei programmi, senza stravolgere la didattica mattutina".

Lo Scientifico Monticelli

BRINDISI - Studenti in azione anche all'altro liceo scientifico del capoluogo, il Monticelli, che dopo il Fermi giunge al punto scegliendo la strada della mobilitazione continua, piuttosto che quella della protesta estrema come l'occupazione dell'istituto, e inaugurano un progetto che si chiama "Presidio Continuo 2.0". Ciò è stato deciso - fa sapere il comitato studentesco del Monticelli, "per dimostrare al dirigente scolastico, al corpo docenti, ai genitori e a tutti coloro esterni alla scuola che non siamo ragazzi che hanno voglia di perdere tempo ma che, invece, hanno intenzione di portare avanti lo svolgimento regolare dei programmi, senza stravolgere la didattica mattutina".

Il programma denominato "Presidio Continuo 2.0", dicono gli studenti - dimostra "ilnostro interesse riguardo la cultura. Il 'due punto zero' sta a rappresentare l'innovazione che caratterizza questo progetto, forse unico nella storia della nostra scuola, e anche le modalità con cui verranno affrontate le varie tematiche, cioè con il coinvolgimento della tecnologia. Abbiamo pensato a un'alternanza tra ore di didattica tradizionale e ore di didattica alternativa per i giorni che vanno da giovedì 22 e giovedì 29".

Un progetto esportabile, quello del Monticelli: "Il nostro programma sarebbe quello di svolgere due ore di didattica alternativa al giorno, che ogni classe, con il consenso del docente di turno, può collocare all'interno della giornata; ci siamo permessi di elaborare uno schema, materia per materia, di tematiche che ci piacerebbe affrontare durante queste attività con i rispettivi professori. Inoltre, punto chiave del nostro progetto, vorremmo prolungare il nostro evento anche nelle ore pomeridiane, incontrandoci con il resto della popolazione studentesca alle ore 15 di ogni giornata, per rimanere all'interno dell'istituto fino alle ore 19", spiegano gli organizzatori.

Il programma "Presidio Continuo 2.0" è già nero su bianco: "Dalle ore 15 alle ore 16 verrà svolta un'attività d'informazione con gruppi di alunni che visiteranno una delle aule adibite ai seguenti argomenti, in modo tale da ottenere una formazione globale alla fine del progetto: Educazione alla sessualità con la partecipazione di volontari della Croce rossa italiana; Problematica della dipendenza da droghe; Anoressia , bulimia e disturbi alimentari; Problemi relativi alla società; Ecologia e ambiente", spiega un comunicato del comitato studentesco del Liceo scientifico Monticelli.

Ma ci sono anche spazi per il recupero delle materie con una sinergia tra studenti, e per attività culturali come il cinema: "Dalle ore 16 alle ore 17 saranno organizzati, con l'utilizzo delle aule, dei gruppi di studio giornalieri, in cui gli alunni potranno dedicarsi ad attività relative alla didattica mattutina, aiutandosi a vicenda, e alla possibile collaborazione, anche tra ragazzi di diverse età. Dalle ore 17 alle ore 19 abbiamo deciso di organizzare la proiezione di un film, e quindi la creazione di un Cineforum, che andrebbe ad integrare nel nostro progetto momenti ricreativi (escluse le giornate di venerdì 23 e lunedì 26)".

Il "Presidio Continuo 2.0" ha già incassato l'ok del dirigente scolastico, dal corpo docente e dai genitori, "e abbiamo ottenuto il permesso per usufruire, ovviamente con la giusta attenzione, di Lim e computer, dell'auditorium 'Mauro Maniglio', delle classi e dell'edifico scolastico in generale. Riteniamo - concludono gli studenti del Monticelli di Brindisi - di aver elaborato un tipo di progetto innovativo che potrebbe essere preso come esempio dalle altre scuole della città". Di seguito, il link del progetto.

Schema svolgimento ore didattica alternativa

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento