rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
scuola Ostuni

Al via "Bambini del Mediterraneo"

OSTUNI - Prenderà il via lunedì prossimo 17 ottobre la XIII edizione della “Settimana dei Bambini del Mediterraneo” che a partire da Ostuni coinvolgerà anche i comuni di Carovigno, Cisternino, Ceglie Messapica, Latiano e San Vito dei Normanni. Il corteo partirà alle 9 dalla zona mercatale e dopo aver percorso le vie cittadine arriverà in Piazza della Libertà dove ci sarà il saluto delle autorità e l’accoglienza ufficiale delle delegazioni straniere. Sul tema: “Primavere nel Mediterraneo… dove soffia il vento della speranza…”, sino al 22 ottobre prossimo, quest’iniziativa vuole portare avanti il dialogo di convivenza sociale, pacifica, di fratellanza e speranza “in un mondo di Pace”.

OSTUNI - Prenderà il via lunedì prossimo 17 ottobre la XIII edizione della ?Settimana dei Bambini del Mediterraneo? che a partire da Ostuni coinvolgerà anche i comuni di Carovigno, Cisternino, Ceglie Messapica, Latiano e San Vito dei Normanni. Il corteo partirà alle 9 dalla zona mercatale e dopo aver percorso le vie cittadine arriverà in Piazza della Libertà dove ci sarà il saluto delle autorità e l?accoglienza ufficiale delle delegazioni straniere. Sul tema: ?Primavere nel Mediterraneo? dove soffia il vento della speranza??, sino al 22 ottobre prossimo, quest?iniziativa vuole portare avanti il dialogo di convivenza sociale, pacifica, di fratellanza e speranza ?in un mondo di Pace?.

Come negli anni scorsi, la manifestazione è promossa ed organizzata dall?Amministrazione Comunale di Ostuni-Assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con la Provincia di Brindisi, le associazioni locali e i Comuni di Carovigno, Cisternino, Ceglie Messapica, Latiano e San Vito dei Normanni e il contributo della Banca dei Paschi di Siena e del Cityper Ostuni. ?Credere nei bambini? spiega il coordinatore della settimana, Lorenzo Caiolo ?per far partire un messaggio forte e, creando in loro una cultura nuova che è quella pace, dell?accoglienza e del dialogo, possiamo probabilmente costruire anche rapporti migliori nelle nostre comunità e nei rapporti con le altre culture e gli altri paesi. Quest?intuizione che è partita 13 anni fa, rimane in piedi grazie al sindaco Tanzarella e agli assessori che si sono succeduti pur in un periodo di grande crisi finanziaria per gli enti locali. Si valorizza Ostuni come faro per una nuova prospettiva nel Mediterraneo soprattutto quest?anno che ha la specificità del tema, si voleva dare ascolto e considerazione per ciò che si sta muovendo in maniera  imprevista e positiva nella parte politica che si sta verificando sulle coste del nord Africa?.

La scuola è il ?partner? della Settimana e lo ha sottolineato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Ostuni, Tommaso Moro dicendo che: "Questo rappresenta uno strumento essenziale per superare le difficoltà che ci sono e per garantire la buona riuscita della Settimana. Quel che ci piace oggi è vedere la scuola che si apre a quest'esperienza: le vicende che hanno attraversato il Nord Africa sono un forte segnale di cambiamento, ma portano con loro anche tanta sofferenza. Allora la Settimana vuole avvicinarci e ispirarci ad una cultura della non violenza, partendo dal messaggio di pace e di giustizia che viene dai bambini".

Molti gli esperti provenienti dalle varie regioni d'Italia che ruoteranno in tutte le scuole dei 5 comuni per dare vita all'intenso programma di laboratori creativi, incontri con gli autori, giochi e storie così come rimane il ruolo fondamentale del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ostuni che, dal 1999, costituisce un punto fermo per lo svolgimento della Settimana. Proprio lunedì 17, giorno di apertura della settimana, i Consigli dei Ragazzi di Cisternino, Brindisi, S. Vito e Ostuni, si riuniranno per un confronto per l?intera giornata.

Porteranno le loro testimonianze anche un educatore del Marocco, quella di un giovane egiziano che opera con i Padri Comboniani e che fa l'educatore in una comunità di ben cinquemila ragazzi; un gruppo multi-etnico di Genova con giovani originari dal Perù, dal Messico, dal Marocco mentre sarà presente una delegazione di ragazzi albanesi.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via "Bambini del Mediterraneo"

BrindisiReport è in caricamento