Bambini disabili senza sostegno

BRINDISI – Il servizio di assistenza per i bambini disabili che frequentano le scuole comunali non partirà dal primo giorno di scuola ma dal 16 settembre. La notizia è stata comunicata ai genitori di ragazzi dai rispettivi presidi, e le famiglie non l’hanno presa bene.

La scuola Montessori

BRINDISI - Il servizio di assistenza per i bambini disabili che frequentano le scuole comunali non partirà dal primo giorno di scuola ma dal 16 settembre. La notizia è stata comunicata ai genitori di ragazzi dai rispettivi presidi, e le famiglie non l'hanno presa bene.

«Quanto sta accadendo - hanno scritto in una lettera inviata alla nostra redazione - è alquanto spiacevole, perché comporterà un notevole disagio ai bambini e alle nostre famiglie, in quanto i nostri figli non avranno il sostegno e l'aiuto dell'operatore, figura indispensabile per favorire l'integrazione in ambienti nuovi (dovuta al passaggio da un ordine scolastico a quello successivo), ed in ambienti già conosciuti, ma che rappresentano comunque un cambiamento nella vita dei nostri figli, dopo il periodo estivo».

Secondo i genitori la presenza della figura dell'operatore in questo momento risulta quindi fondamentale per limitare l'impatto con nuove e vecchie realtà e favorire l'integrazione: «L'assenza di questa figura precluderebbe la possibilità ai nostri figli di iniziare le lezioni insieme a tutti gli altri bambini. In questo modo saranno per l'ennesima volta discriminati».

I genitori interessati sostengono di essersi recati stamane in Municipio per chiedere spiegazioni, «ma non siamo stati ricevuti dall'assessore ai Servizi sociali».

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento