Cogestioni e autogestioni, e il 13 corteo

BRINDISI - L'Uds, l'Unione degli Studenti, annuncia l'avvio di un'ondata "di mobilitazioni che interesserà le scuole di Brindisi al loro interno.

Il corteo in formazione in piazza Crispi nella precente manifestazione del 15 novembre

BRINDISI - L'Uds, l'Unione degli Studenti, annuncia l'avvio di un'ondata "di mobilitazioni che interesserà le scuole di Brindisi al loro interno. Tramite coordinamento, l'Uds Brindisi e i rappresentanti d'istituto delle scuole della città, hanno espresso la necessità di trasportare le istanze sociali e le mobilitazioni già cresciute nel corso di questo anno scolastico, all'interno dei singoli istituti"

Ciò vuol dire che "gli studenti promuovono simultaneamente in questo arco di tempo, autogestioni e coogestioni fitte di laboratori ed assemblee per rilanciare il ruolo dei saperi, della cultura e della partecipazione nel nostro modello di scuola". Ecco l'elenco degli istituti cittadini che hanno iniziato dalla giornata odierna queste forme di mobilitazione: "De Marco - Valzani" e "Marconi-Flacco-Belluzzi", che si aggiungono al "Carnaro", in autogestione da mercoledi 4 dicembre, e alle quali nei prossimi giorni seguiranno i licei scientifici "Monticelli", "Fermi", gli Itis "Giorgi", "Majorana", "Pertini" e "Morvillo".

Tutte le iniziative confluiranno in un'altra manifestazione cittadina studentesca indetta dall'Uds per venerdi 13 dicembre. Gli sudenti affermano che "se infatti, ci riteniamo soddisfatti del dialogo e della collaborazione aperti con la Provincia, non possiamo dire lo stesso del trattamento riservatoci dall'amministrazione comunale", da cui non hanno ottenuto risposte.

"Per troppo tempo abbiamo rincorso chi di competenza per strappare un incontro, un minimo di considerazione, ora la nostra pazienza è terminata. L'unica soluzione - afferma l'Uds - ci sembra essere tornare in piazza, sollecitare ancora una volta l'amministrazione comunale sui temi degli spazi sociali, trasporti e libri di testo, e ricordare a chi governa questa città della presenza di problematiche giovanili e studentesche da affrontare".

Il 13 dicembre l'appuntamento è alle ore 9 in Piazza Crispi (Stazione di Brindisi), gli studenti della città raggiungeranno Piazza Matteotti (Comune) dove chiederanno una risposta da parte del sindaco Consales riguardo le proposte presentate al suo vice ormai 2 mesi fa. "Siamo tornati, la nostra generazione non è muta, è la politica che è sorda. Scuole in rivolta - sarà lo slogan - contro una politica che non ascolta"

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento