rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
scuola

Farmaceutica, convegno con i Nobel

LECCE - Dall’11 al 16 settembre a Lecce e a 35 chilometri dalla maggiore fabbrica farmaceutica della regione, lo stabilimento Sanofi Aventis di Brindisi, si svolgerà presso il Grand Hotel Tiziano il XXIV Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana. La manifestazione, che si concluderà con una sessione speciale cui parteciperanno Jean Marie Lehn, Premio Nobel per la Chimica nel 1987 e Kurt Wüthrich, Premio Nobel per la Chimica nel 2002, è articolata in sessioni plenarie interdivisionali ed in sessioni separate delle singole divisioni.

LECCE - Dall'11 al 16 settembre a Lecce e a 35 chilometri dalla maggiore fabbrica farmaceutica della regione, lo stabilimento Sanofi Aventis di Brindisi, si svolgerà presso il Grand Hotel Tiziano il XXIV Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana. La manifestazione, che si concluderà con una sessione speciale cui parteciperanno Jean Marie Lehn, Premio Nobel per la Chimica nel 1987 e Kurt Wüthrich, Premio Nobel per la Chimica nel 2002, è articolata in sessioni plenarie interdivisionali ed in sessioni separate delle singole divisioni.

Il 12 settembre 2011, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, nell'ambito di una sessione plenaria interdivisionale, Confindustria Puglia e la Società Chimica Italiana tratteranno il tema relativo al "Ruolo della Ricerca, Innovazione e Formazione nel campo della chimica farmaceutica: opportunità di sviluppo economico e sociale del territorio". Il governo e la Regione Puglia hanno investito risorse nella ricerca attraverso i bandi Pon e Por per il rilancio della competitività delle imprese italiane e di quelle pugliesi in particolare (vedi cointratto di programma Sanofi - Regione).

Il farmaceutico è un settore high-tech con elevata propensione all'innovazione e le cui ricadute si estendono all'economia dell'intero paese nel suo complesso. In Italia il settore farmaceutico impegna direttamente 70.000 dipendenti di cui il 90% laureati o diplomati e di cui il 10% in Ricerca e Sviluppo, contro 1% nel settore industriale nel complesso. Altrettanti 70.000 sono addetti nell'indotto del farmaceutico. In Puglia sono stati attivati da molte imprese interessanti sbocchi professionali del settore che insieme ad alcune grandi multinazionali hanno investito in ricerca e innovazione, trovando nel territorio le giuste competenze dei laureati in chimica e farmaceutica.

L'incontro sarà introdotto dalla relazione del prof. Roberto Perrone, preside della Facoltà di Farmacia e delegato della Divisione di Chimica Farmaceutica della Sci, nonché presidente del Distretto regionale produttivo ad altro contenuto tecnologico del Farmaco e dei prodotti per la salute. Seguirà una tavola rotonda, moderata dal prof. Federico Pirro del Centro Studi di Confindustria Puglia, con il vice presidente di Farmindustria, Daniel Lapeyre, amministratore delegato di Sanofi Aventis Spa, il presidente di Confindustria Puglia, Piero Montinari, il presidente della Regione Puglia, on. Nichi Vendola, ed il ministro per i Rapporti con le Regioni, on. Raffaele Fitto.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaceutica, convegno con i Nobel

BrindisiReport è in caricamento