rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
scuola

Gli studenti tornano in piazza il 12

BARI – Il 12 ottobre manifestazioni degli studenti medi in tutti i capoluoghi della Puglia (a Brindisi raduno alle 9 nel piazzale della stazione ferroviaria) nell’ambito della giornata nazionale di lotta indetta dall’Uds. Obiettivo principale nella regione, il finanziamento della legge sul diritto allo studio. “In una fase politica dove il dibattito pubblico è monopolizzato da una discussione montata sul posizionamento politico e sull'opposizione di un personalismo ad un altro, gli studenti scendono in piazza per riportare al centro il tema dei saperi e della conoscenza ed il ruolo che essi possono avere come motore di uscita dalla crisi e cambiamento sociale”, annuncia un comunicato dell’Uds di Puglia.

BARI - Il 12 ottobre manifestazioni degli studenti medi in tutti i capoluoghi della Puglia (a Brindisi raduno alle 9 nel piazzale della stazione ferroviaria) nell'ambito della giornata nazionale di lotta indetta dall'Uds. Obiettivo principale nella regione, il finanziamento della legge sul diritto allo studio. "In una fase politica dove il dibattito pubblico è monopolizzato da una discussione montata sul posizionamento politico e sull'opposizione di un personalismo ad un altro, gli studenti scendono in piazza per riportare al centro il tema dei saperi e della conoscenza ed il ruolo che essi possono avere come motore di uscita dalla crisi e cambiamento sociale", annuncia un comunicato dell'Uds di Puglia.

"Tra oggi e domani, in tutti i capoluoghi della regione si terranno delle assemblee pubbliche di lancio della mobilitazione del prossimo venerdì, affiancate dalla calata di striscioni dai luoghi nevralgici delle città. Inoltre la scorsa notte su Bari, gli studenti - fa sapere un comunicato dell'Uds - hanno effettuato un blitz notturno attaccando su monumenti e scuole della città dei manifesti che spiegano le cause di una serie di problematiche vissute nella scuola; questa iniziativa è stata chiamata Diamo un nome alle cose".

Francesco Pagliarulo, coordinatore dell'Uds Puglia, ha illustrato il contenuto della protesta: "Il 12 scenderemo in piazza in tutti i capoluoghi pugliesi per richiedere a gran voce i finanziamenti alla legge regionale per il diritto allo studio. Dopo le mobilitazioni dello scorso anno abbiamo ottenuto finalmente che fossero approvati i decreti attuativi, ma ci vogliono i finanziamenti per fare di quella Legge, e di quello che essa garantisce, una realtà per gli studenti pugliesi". Continua.

Ma non solo: "Ci vogliamo inoltre opporre fermamente al ritorno del progetto di legge Aprea, già fermato nel 2008 dalle mobilitazioni dell'Onda, che in buona sostanza cancellerebbe le rappresentanze e i luoghi di discussione democratica per gli studenti all'interno delle scuole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti tornano in piazza il 12

BrindisiReport è in caricamento