rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
scuola

"Miglioriamo la nostra scuola": gli studenti del Palumbo si misurano in un hackathon

Nelle giornate del 5 e 6 aprile si svolge in contemporanea in 35 scuole d’Italia, a Brindisi nel Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Ettore Palumbo”, Wayouthack 2018, il primo hackathon che connette le scuole da nord a sud del nostro Paese

Nelle giornate del 5 e 6 aprile si svolge in contemporanea in 35 scuole d’Italia, a Brindisi nel Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Ettore Palumbo”, Wayouthack 2018, il primo hackathon che connette le scuole da nord a sud del nostro Paese.

Un hackathon (composto di hacker e marathon) consiste in una vera e propria maratona operativa a squadre, che si riuniscono per 24 ore con il compito di trovare, o più spesso creare, soluzioni concrete e sostenibili riguardo a problemi di vario ordine. 

Dal 2017 il Miur, in particolare la Direzione Generale per l’Innovazione Digitale (Dgefid), ha organizzato a livello nazionale diversi hackathon, promuovendo la creazione di WAYouth, la prima community nazionale di giovani della scuola italiana che aggrega al proprio interno le vincitrici e i vincitori degli hackathon, delle simulazioni e delle principali competizioni promosse dal Miur negli ultimi anni, in attuazione del Piano Nazionale della Scuola Digitale (Pnsd).

WAYouthack 2018 è il primo hackathon organizzato dai WAYouthers direttamente nelle loro scuole di provenienza.  Il Wayouth head del liceo “Palumbo” è Sara Distante, studentessa di 5DL, mentor a Campus Party a Milano e a Futura a Bologna. La macro-sfida di WAYouthack 2018, il 5 e 6 aprile, è “Miglioriamo la nostra Scuola”.  88 studenti delle classi terze e quarte del Liceo “Palumbo”, suddivisi in 11 team, coordinati da 11 mentor, si sfideranno dalle ore 14.00 di giovedì 5 fino alle ore 16.00 di venerdì 6 aprile; al termine la giuria premierà il team vincitore, i cui studenti parteciperanno al meeting nazionale dei vincitori degli hackathon WAYouthack 2018, che si terrà in autunno a Roma, presso il Miur. 

Wayouthack “Miglioriamo la nostra Scuola” del 5 e 6 aprile 2018 aprirà la stagione degli hackathon civici, “Miglioriamo la nostra città”, con l’obiettivo di stimolare l’attitudine alla partecipazione attiva degli studenti, generare in loro maggiore fiducia nelle proprie capacità e idee, ma anche impegnarli su sfide legate alla progettazione territoriale, affinché diventino protagonisti nella costruzione ed evoluzione della città in cui studiare, lavorare, vivere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Miglioriamo la nostra scuola": gli studenti del Palumbo si misurano in un hackathon

BrindisiReport è in caricamento