rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
scuola

Mobilitati gli studenti di Ostuni: "Tagliateci tutto ma non il futuro"

OSTUNI - Il movimento degli studenti nelle scuole di Ostuni si sta rivelando tra i più attivi della Puglia, e con un comunicato annuncia la mobilitazione al fianco degli universitari dell'Udu contro il disegno di legge Gelmini. Prima iniziativa, un sit-in dedicato interamente a questo tema. Ne dà notizia un comunicato degli stessi studenti.

OSTUNI - Il movimento degli studenti nelle scuole di Ostuni si sta rivelando tra i più attivi della Puglia, e con un comunicato annuncia la mobilitazione al fianco degli universitari dell'Udu contro il disegno di legge Gelmini. Prima iniziativa, un sit-in dedicato interamente a questo tema. Ne dà notizia un comunicato degli stessi studenti.

"In tutta Italia da tempo gli studenti medi ed universitari si stanno mobilitando con una portata straordinaria contro il Ddl Gelmini. A seguito dell'approvazione del Ddl alla Camera, anche noi studenti ostunesi siamo davvero preoccupati riguardo al nostro futuro. Le politiche basate su tagli, precarietà, privatizzazione, diminuzione della democrazia all'interno degli atenei e negazione del diritto allo studio ledono di fatto la nostra libertà di sapere che consideriamo un bene comune da preservare e su cui investire".

"Siamo davvero preoccupati per il futuro dell'università pubblica, sempre più sostituita dalla privata, e sempre più inaccessibile per i meno abbienti. Ci sentiamo offesi e poco tutelati da questa riforma poichè rivendichiamo un ruolo centrale nella società di oggi per la costruzione del futuro di questo Paese. Gli studenti di Ostuni scelgono di mobilitarsi in concomitanza con il movimento che si è sviluppato a Roma, Pisa, Milano, Bologna, Firenze, Catania, Bari, Lecce ed in tutte le altre città d'Italia".

"La nostra mobilitazione comincia oggi, con il lancio dello striscione "Tagliateci tutto ma non il futuro" che funge da avvertimento per la protesta che partirà domani con un sit-in dalle 13 alle 15 nel quale leggeremo e commenteremo la riforma. Andremo avanti ad oltranza fino al 9 dicembre, data in cui speriamo che il Senato blocchi il Ddl. La protesta è appena cominciata, vogliamo riappropriarci del nostro futuro!".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilitati gli studenti di Ostuni: "Tagliateci tutto ma non il futuro"

BrindisiReport è in caricamento