rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
scuola

Renfroe-Gibson: rimonta pazzesca

Renfroe-Gibson: rimonta pazzesca

BRINDISI - Brindisi espugna il Pala Mangano, si aggiudica il secondo posto in classifica e trova l'Ostuni nel primo scontro dei playoff: è l'unica nota negativa (il derby al primo turno) in una serata eccezionale, che ha avuto per protagonista la coppia di americani Renfroe-Gibson, autori di una rimonta clamorosa nell'ultima frazione di gara, da -14 a +4. Finalmente si torna a sorridere. E Bucchi questa sera tira il fiato e va elogiato per aver scelto di mandare in campo Gibson al posto di Charalampidis, che domenica scorsa aveva esordito bene.

Brindisi parte bene: difende con grinta e fa vedere delle buone giocate in attacco, anche se spreca troppo. Fin dall'inizio si capisce che la partita si gioca molto sulla fisicità e Borovnjac, il più tecnico dei nostri, ne soffrirà. Un paio di buoni spunti di Renfroe nel finale di tempo danno ai biancazzurri un piccolo vantaggio (20-23).

Nel secondo quarto è sempre il play americano a dettare i tempi del gioco e a trovare i canestri migliori, tenendo i suoi sempre avanti fino al 15', quando i padroni di casa infliggono all'Enel un parziale di 7-0. I tifosi temono il solito crollo ma questa volta la squadra reagisce e riprende e colpire anche con Gibson e Zerini. Scafati risponde dalla lunga distanza con Ghiacci e Marigne. È grazie a loro se la Givova va negli spogliatoi con un leggero vantaggio (46-49).

Nel terzo quarto emergono i problemi: subiamo troppi tiri da tre punti, Borovnjac è assente. Per fortuna Renfroe e Gibson mostrano di avere una buona intesa, anche se il play commette un fallo antisportivo da grande ingenuo e costringe i suoi a dover recuperare 10 punti. Allo scadere del tempo Marigne inventa uno dei suoi tiri impossibili e porta il punteggio sul 72-68.

Il crollo dei brindisini arriva all'inizio dell'ultimo tempo: i padroni di casa continuano a bucare la retina dai 6.25, gli ospiti iniziano a sbagliare tutto. L'Enel va sotto di 14. Scafati pensa di avere già vinto e commette un paio di leggerezze: Renfroe e Formenti ne approfittano per rientrare in partita, recuperando 11 punti in due minuti. A due minuti e mezzo dalla fine Gibson firma il pareggio (90-90) e Renfroe il sorpasso.

Poi ancora Gibson per il +4., con Thomas che risponde subito da sotto. Ancora Gibson con un tiro folle da tre punti, annullato dalla risposta di Gueye. L'Enel getta la palla della vittoria e lascia a Scafati due secondi per vincere. Ma questa volta la fortuna è dalla nostra parte.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renfroe-Gibson: rimonta pazzesca

BrindisiReport è in caricamento