rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
scuola

Scuola, ecco come cambierà il piano formativo per l'anno 2011/2012

BRINDISI – La giunta provinciale ha approvato il piano di dimensionamento della rete scolastica e di programmazione dell'offerta formativa per il prossimo anno scolastico. Ecco le novità per il 2011/2012, essendo state tenute ovviamente in considerazione le richieste dei Comuni e dei vari istituti scolastici.

BRINDISI - La giunta provinciale ha approvato il piano di dimensionamento della rete scolastica e di programmazione dell'offerta formativa per il prossimo anno scolastico. Ecco le novità per il 2011/2012, essendo state tenute ovviamente in considerazione le richieste dei Comuni e dei vari istituti scolastici.

La sede principale del Centro provinciale per l'istruzione degli adulti è prevista presso la scuola "Salvemini" di Brindisi, attuale sede del Ctp. L'opzione "Scienze applicate" sarà disattivata dal "Pantanelli" per essere trasferita presso il liceo "Pepe" di Ostuni. La stessa opzione, tra l'altro, non verrà attivata presso il liceo scientifico "Fermi" di Brindisi, perchè già esistente presso il vicino Itis "Majorana". Secondo la provincia, considerando che il "Majorana" registri un costante aumento di iscritti ogni anno, evidentemente eroga un idoneo servizio scolastico che non richiede ulteriori punti di erogazione che potrebbero al momento solo portare a inutili flussi di studenti da una scuola ad un'altra".

Niente istituzione del liceo scientifico ordinario per il liceo "Don Punzi" di Cisternino, visto che "la differenza sostanziale tra il profilo educativo dell'opzione "Scienze applicate" e quello del liceo scientifico è lo studio della lingua latina, la cui offerta formativa è comunque già assicurata dalla stessa scuola con le discipline a connotazione umanistica del liceo delle Scienze umane e di quello linguistico".

Stesso discorso sulla sovrapposizione dell'offerta formativa per spiegare il no alla proposta dell'istituzione del liceo artistico presso il "Fermi" e il "Don Punzi".

Respinta la richiesta di accorpamento dell'Itis "Fermi" di San Pancrazio, avanzata dal "Valzani" di San Pietro Vernotico, in quanto "trattasi di una scuola appena avviata che, pur avendo conseguito finora ottimi risultati sotto l'aspetto della domanda e del radicamento sul territorio, sei classi in soli tre anni, si ritiene abbia ancora bisogno di acquisire le preziose esperienze didattiche da tempo in atto presso il "Fermi" di Francavilla Fontana.

Per quanto riguarda le proposte inoltrate dai Comuni, Cisternino (con 842 alunni nella scuola dell'infanzia e primaria e 369 nella scuola secondaria di primo grado) ha proposto di mantenere e confermare la distinta autonomia della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

Erchie ha proposto la trasformazione della "Pascoli" in un niovo istituto comprensivo mediante aggregazione della scuola primaria "San Giovanni Bosco". Francavilla ha chiesto lo spostamento di 115 alunni della scuola primaria "Sant'Orsola" dal I al II Circolo didattico. Altri comuni, come Brindisi, Fasano, Mesagne, Oria e Ostuni hanno chiesto il mantenimento dell'attuale dimensionamento scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, ecco come cambierà il piano formativo per l'anno 2011/2012

BrindisiReport è in caricamento