rotate-mobile
scuola

Stage estivi di 80 ore alla 'Federico II'

BRINDISI – Sono sempre di più gli istituti scolastici che scelgono la centrale 'Federico II' di Brindisi per creare un collegamento tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro. Durante il periodo estivo, infatti, la centrale ha ospitato 60 studenti degli Istituti Tecnici Industriali ‘E. Majorana’ e ‘G. Giorgi’ di Brindisi, ‘E. Mattei’ di Maglie (LE), e dell’Istituto di istruzione secondaria superiore – sezione industriale ‘E. Pantanelli’ di Ostuni (BR).

BRINDISI - Sono sempre di più gli istituti scolastici che scelgono la centrale 'Federico II' di Brindisi per creare un collegamento tra il mondo dell'istruzione e quello del lavoro. Durante il periodo estivo, infatti, la centrale ha ospitato 60 studenti degli Istituti Tecnici Industriali 'E. Majorana' e 'G. Giorgi' di Brindisi, 'E. Mattei' di Maglie (LE), e dell'Istituto di istruzione secondaria superiore - sezione industriale 'E. Pantanelli' di Ostuni (BR).

Nella sala conferenze della centrale Enel si è tenuta oggi la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione agli studenti alla presenza dei ragazzi, dei loro professori, dirigenti scolastici, Maestri del Lavoro e rappresentanti Enel. Grazie a queste collaborazioni, gli studenti hanno potuto approfondire gli aspetti della produzione di un impianto termoelettrico e quelli riguardanti le attività ambientali connesse alla generazione di energia elettrica.

Il progetto si è svolto nei mesi estivi durante 80 ore di stage in centrale con visite degli studenti ai sistemi tecnologici più importanti dell'impianto Enel brindisino. Dal nastro trasportatore al parco carbone, al deposito gessi, alla sala controllo, alla sala macchine, ai sistemi ambientali e di abbattimento delle emissioni compresi il cristallizzatore per il riutilizzo delle acque e il recente impianto di cattura dell'anidride carbonica. I tecnici Enel della 'Federico II' hanno accompagnato i giovani partecipanti per trasmettere loro capacità operative e competenze tecnico-professionali tipiche di contesti produttivi complessi.

"Negli anni abbiamo visto aumentare costantemente le richieste di stage e progetti formativi in centrale da parte delle scuole brindisine - ha dichiarato Antonio Ascione, responsabile della Produzione Enel di Brindisi - Tutto questo offre la misura della professionalità della dirigenza scolastica brindisina, in grado di formare ragazzi sempre più preparati e pronti al mondo del lavoro. Il fatto che le scuole scelgano Enel è per noi motivo di grande orgoglio. La centrale 'Federico II' di Brindisi, infatti, è da sempre attenta alla valorizzazione delle eccellenze tecnico-professionali che il mondo scolastico brindisino offre. Non a caso sono quasi cento i giovani della provincia che negli ultimi anni sono stati assunti in centrale".

Alla consegna degli attestati hanno partecipato anche i giovanissimi neoassunti che sono entrati a far parte dello staff tecnico della "Federico II" lo scorso agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stage estivi di 80 ore alla 'Federico II'

BrindisiReport è in caricamento