rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
scuola

Superiori a 4 anni: non così in media Ue

BRINDISI - Ridurre l'istruzione superiore a quattro anni non metterà gli studenti e la scuola italiana in media Ue. Per l'Unione degli Studenti la linea del Miur è sbagliata, e aggira il problema reale rappresentato dai tagli continui alla scuola, dall'impoverimento della didattica e del diritto allo studio.

BRINDISI - Ridurre l'istruzione superiore a quattro anni non metterà gli studenti e la scuola italiana in media Ue. Per l'Unione degli Studenti la linea del Miur è sbagliata, e aggira il problema reale rappresentato dai tagli continui alla scuola, dall'impoverimento della didattica e del diritto allo studio. Lo ribadisce anche l'Uds di Brindisi con un comunicato in cui si ricorda che tra le scuole autorizzate a sperimentare il taglio di un anno c'è anche l'Itis Majorana, una delle scuole brindisine all'avanguardia.

"Pochi giorni fa la ministra Carrozza ha autorizzato alcune scuole pubbliche del territorio nazionale a sperimentare la riduzione della durata del ciclo di studi da 5 a 4 anni. Proprio tra queste scuole, tre in tutt'italia, spicca il nome del Itis Majorana di Brindisi. La stessa ministra ha affermato che questo rappresenta un modello cui guardare per riformare l'intero sistema dei cicli", si legge nel comunicato dell'organikzzazione studentesca.

"Questo modello ci sembra confermare l'ossessione di tagliare e risparmiare quanto più sulla scuola pubblica nel nostro Paese. Chi crede che si possa portare l'età dei diplomati al pari con quelli europei solo facendo saltare in aria un anno di studi e 40mila cattedre sbaglia di grosso, senza rivedere profondamente didattica e valutazione, senza condividere col mondo della scuola le proposte".

Conclude il comunicato dell'Uds: "Gli studenti che si sono mobilitati l'11 Ottobre e il 15 novembre hanno detto chiaramente che è scaduto il tempo delle riforme calate dall'alto e per i tagli continui all'istruzione. Ridurre senza criterio di un anno gli studi si presenta come una proposta insensata e inutile, quando bisognerebbe cercare di ripensare e rinnovare l'intero sistema dei cicli, facendo un ragionamento complessivo e immaginando un modo per rendere l'istruzione superiore accessibile davvero a tutti".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superiori a 4 anni: non così in media Ue

BrindisiReport è in caricamento