rotate-mobile
scuola

Trasporto disabili, intesa sui fondi

BARI - I fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia per il trasporto di alunni diversamente abili della scuola secondaria di II grado, cui dovranno aggiungere una integrazione non inferiore al 15 per cento le sei Province, saranno ripartiti tra le Province stesse, che poi li assegneranno a loro volta ai Comuni, secondo un protocollo siglato oggi tra Anci e Upi.

BARI - I fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia per il trasporto di alunni diversamente abili della scuola secondaria di II grado, cui dovranno aggiungere una integrazione non inferiore al 15 per cento le sei Province, saranno ripartiti tra le Province stesse, che poi li assegneranno a loro volta ai Comuni, secondo un protocollo siglato oggi tra Anci e Upi.

Il protocollo di intesa per la gestione e realizzazione del trasporto di alunni diversamente abili in Puglia è stato firmato dal presidente dell'Unione Regionale delle Province Pugliesi (Upi), Francesco Schittulli, e dal presidente dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci - Puglia), Luigi Perrone. L'accordo mira ad assicurare su tutto il territorio regionale il trasporto scolastico degli alunni diversamente abili che frequentano la scuola secondaria di II grado.

Così come accaduto lo scorso anno alle Province è stato assegnato un contributo dal Fondo Nazionale delle Politiche Sociali finalizzato a cofinanziare i costi del servizio per l'anno scolastico 2011-2012. La Regione Puglia, pertanto - riferisce la nota - cofinanzierà i costi assegnando alle Province 1,5 milioni di euro e le Province, a loro volta, contribuiranno in misura non inferiore al 15% dell'importo erogato dalla Regione.

I fondi per l'anno scolastico 2011-2012 saranno così ripartiti: Provincia di Bari 399.907 euro, Provincia Bat 123.788, Provincia Brindisi 140.169, Provincia Foggia 268.830, Provincia Lecce 365.083, Provincia Taranto 202.221. Nel Protocollo di intesa l'Anci Puglia dichiara la disponibilità da parte dei Comuni e degli ambiti territoriali a continuare a gestire il trasporto scolastico dei disabili, anche per l'anno scolastico 2011-2012, al fine di garantire continuità, efficacia ed efficienza nell'erogazione del servizio.

L'Upi Puglia si impegna a garantire, altresì, che le Province, che gestiranno il servizio attraverso i Comuni, ripartiranno, dal canto loro, tra gli ambiti territoriali, i finanziamenti ricevuti dalla Regione e quelli rivenienti da risorse proprie.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto disabili, intesa sui fondi

BrindisiReport è in caricamento