Università: gli enti locali trovano l'accordo, i corsi non chiuderanno

BRINDISI – Gli studenti possono tirare un sospiro di sollievo. I corsi di laurea dell’Università di Bari tenuti presso la sede decentrata di Brindisi non chiuderanno. E’ quanto deciso al termine dell’incontro avvenuto ieri pomeriggio in Provincia e che ha visto la presenza del presidente dell’Amministrazione provinciale Ferrarese, del sindaco di Brindisi Domenico Mennitti, del presidente della Camera di Commercio Alfredo Malcarne e il rettore dell’Università di Bari Corrado Petrocelli.

Gli studenti in assemblea

BRINDISI - Gli studenti possono tirare un sospiro di sollievo. I corsi di laurea dell'Università di Bari tenuti presso la sede decentrata di Brindisi non chiuderanno. E' quanto deciso al termine dell'incontro avvenuto ieri pomeriggio in Provincia e che ha visto la presenza del presidente dell'Amministrazione provinciale Ferrarese, del sindaco di Brindisi Domenico Mennitti, del presidente della Camera di Commercio Alfredo Malcarne e il rettore dell'Università di Bari Corrado Petrocelli.

Il "casus belli" riguardava il rinnovo della convenzione, con gli enti locali che avevano finora assicurato di poter investire le solite somme per l'istruzione, mentre la Camera di Commercio si era mostrata più scettica sull'ipotesi di un rinnovo. Ieri, invece, il disgelo. Dopo ampi approfondimenti, e avendo tutti come obiettivo prioritario la salvaguardia della formazione di eccellenza, con grande senso di responsabilità, si è raggiunto un punto di equilibrio sia per quanto riguarda gli aspetti economici che sull'offerta formativa.

E' stata questa l'occasione per regolarizzare la convenzione già scaduta nell'anno accademico 2007/2008, individuando un identico importo sino a tutto l'anno accademico 2011/2012. Tale accordo consentirà il completamento di alcuni corsi di laurea, per evitare agli studenti difficoltà nella conclusione del ciclo di studi, e la conferma degli altri corsi, potenziando al contempo l'offerta formativa. L'intesa approvata da Comune e Provincia è stata condivisa dal presidente della Camera di Commercio che si è riservato di rimettere all'attenzione della Giunta Camerale la definitiva approvazione.

"Sono soddisfatto - ha dichiarato al termine dell'incontro Ferrarese - dei risultati raggiunti, frutto dello spirito di collaborazione tra gli enti locali e l'Università di Bario, che hanno posto al centro gli interessi degli studenti, pur a fronte delle gravissime difficoltà finanziarie determinate direttamente dalla crisi e indirettamente dai tagli governativi".

"Il risultato odierno - ha concluso Ferrarese - è il punto di partenza programmatico per consolidare la presenza del Polo Universitario a Brindisi oltre il 2012, per la qual cosa inizieremo a lavorare già adesso".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento