Violenza sulle donne: le iniziative del liceo Artistico di Brindisi

Per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne anche un’iniziativa serale con ex studenti

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, lo scorso 25 novembre il Liceo Artistico e Musicale ‘E. Simone – G. Durano’ di Brindisi ha dato vita a un evento serale svoltosi a ben 80 km di distanza dalla città.

Grazie all’energia e alla collaborazione dei docenti di entrambi i plessi, separati solo da un piano e da qualche gradino, e alla grinta e all’entusiasmo del suo Dirigente Scolastico, prof.ssa Carmen Taurino, un pezzo di questa scuola e della sua anima ha trovato posto ad Alezio, in provincia di Lecce, presso El Barrio Verde, noto concept bar salentino, nel quale era in programma per la serata la rappresentazione della pièce teatrale Due partite di Cristina Comencini, a cura della Compagnia Diversamente Stabili, con la regia di Antonio D’Aprile.

La scuola brindisina, grazie alla possibilità offertale dal Comune di Alezio, in modo particolare dal Vicesindaco nonché Assessore alle Pari Opportunità, avvocato Paola De Mitri, dalla Provincia di Lecce e dallo staff de El Barrio Verde, ha voluto apportare il proprio contributo, attraverso una scaletta varia e assortita.

Sara Stifani, ex studentessa del Liceo Musicale -  classe V M a.s. 2016-2017, ha esordito con la lettura della poesia Il Fuoco dell’Amore Divino di Gialal al Din Rumi, poeta Sufi, la quale ha ispirato le musiche originali del suo compagno di classe Roberto Mengoli, contenute nel cortometraggio realizzato dalle classi III M, IV M e V M dello scorso anno scolastico, dal titolo IO. Finimondi di fuoco da ogni parte del Mondo. La lettura è stata seguita dalla proiezione del cortometraggio e da una riflessione su alcuni suoi aspetti.
A seguire, la prof.ssa Laura Minerva, docente del Liceo Artistico, nonché ideatrice dell’iniziativa, ha introdotto un altro cortometraggio, quello realizzato dalla classe V B Arti Figurative a.s. 2016-2017, dal titolo E se dicessimo no, avviando alcune considerazioni dopo la visione di quest’ultimo.

La performance musicale in Voce Sola e Frame Drum di Sara Stifani ha arricchito senza dubbio il programma della serata, conclusasi con la lettura delle ultime parole di Noemi Durini, anche lei, come tante altre donne, vittima di una violenza brutale che non le ha lasciato scampo.

In un angolo suggestivo de El Barrio Verde è stata anche allestita una mostra con opere pittoriche, grafiche e scultoree degli studenti del Liceo Artistico, selezionate con l’accurato supporto della prof.ssa Laura Valentino. Una di esse ha ispirato la locandina dell’evento, realizzata dall’alunna Martina Perretta - classe V A Grafica a.s. 2017-2018, con la costante supervisione della prof.ssa Imma Tatullo.
L’iniziativa, svoltasi in una sala gremita di persone, che hanno ascoltato con attenzione, interesse e curiosità, ha solo coronato le due giornate che il Simone-Durano ha voluto dedicare al tema della violenza sulle donne.

Il 24 novembre, infatti, presso la Biblioteca Provinciale di Brindisi, promossa dal Polo Biblio-Museale MAPRI del capoluogo, in occasione dell’iniziativa ‘Donne violate tra cultura e società. Ieri, oggi e domani....?’, dagli studenti dell’Artistico e del Musicale è stata presentata per la prima volta la pièce Sulle mie labbra, liberamente tratta dal Tito Andronico di Shakespeare, ‘finalizzata alla provocazione di uno scatto culturale  sul tema della violenza sulle donne’ – afferma la prof.ssa Maria Antonietta Epifani, docente del Liceo Musicale e sua ideatrice, insieme ai proff. Chiara Liuzzi, Barbara Arrigo e Gaetano Leone.

Infine, sempre il 25 novembre, a scuola, nel corso della mattinata, tutte le classi dell’Artistico e del Musicale, coordinate dalla prof.ssa Debora De Fazio, docente del Liceo Musicale, ispirandosi al ‘Wall of dolls’ (il muro allestito a Milano per ricordare, attraverso l’immagine delle bambole, le tante vittime di femminicidio), hanno dato vita all’iniziativa Walls for women, quindi alla creazione di un muro ideale su cui sono stati riportati disegni, pezzi di canzoni, di poesie, di racconti, nonché riflessioni, domande, propositi, allo scopo di rendere questo muro il punto da cui partire per arginare ogni forma di  violenza perpetrata ai danni dell’universo femminile.

Dunque una profonda sensibilità verso questo argomento nonché una sentita e partecipata opera di sensibilizzazione, frutto di un costante connubio tra le due scuole, e non solo tra chi ancora ne fa attivamente parte, tanto docenti quanto studenti, ma anche grazie a chi, come Sara, concludendo il proprio percorso, ne ha portato un pezzo con sé e ha desiderato in questa giornata così importante ritornare ‘tra i banchi’ e, insieme ai propri compagni e insegnanti, ha voluto gridare NO, un ‘no’ rivolto a qualsiasi manifestazione di violenza sulle donne.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento