Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Speciale

Trivelle: Clini apre al dialogo

ROMA – Caccia al petrolio: il ministro frena ed apre al confronto con i territori. Nel corso dell'audizione svoltasi oggi pomeriggio presso la Commissione Ambiente del Senato, il ministro Corrado Clini, su sollecitazione dei parlamentari del Pd in relazione alle autorizzazioni concesse nei mesi scorsi per effettuare ricerche petrolifere nel basso Adriatico di fronte alle coste pugliesi, ha manifestato una sostanziale contrarietà rispetto ai sondaggi, annunciando: “Sto verificando le procedure che hanno portato alle autorizzazioni. A fronte degli obiettivi e delle politiche che l'Italia si è data per concorrere alla lotta ai cambiamenti climatici e alla riduzione della CO2, appaiono in contrasto gli interventi che vanno in direzione opposta, quali l'ulteriore ricorso agli idrocarburi".

ROMA - Caccia al petrolio: il ministro frena ed apre al confronto con i territori. Nel corso dell'audizione svoltasi oggi pomeriggio presso la Commissione Ambiente del Senato, il ministro Corrado Clini, su sollecitazione dei parlamentari del Pd in relazione alle autorizzazioni concesse nei mesi scorsi per effettuare ricerche petrolifere nel basso Adriatico di fronte alle coste pugliesi, ha manifestato una sostanziale contrarietà rispetto ai sondaggi, annunciando: "Sto verificando le procedure che hanno portato alle autorizzazioni. A fronte degli obiettivi e delle politiche che l'Italia si è data per concorrere alla lotta ai cambiamenti climatici e alla riduzione della CO2, appaiono in contrasto gli interventi che vanno in direzione opposta, quali l'ulteriore ricorso agli idrocarburi".

C'è di più. Il ministro ha confermato la volontà di incontrare nei prossimi giorni una delegazione delle comunità pugliesi.

Presto a Roma, dunque, l'incontro tra Istituzioni locali e Clini. La disponibilità del numero uno del Dicastero all'Ambiente a ricevere una rappresentanza degli enti locali pugliesi è stata resa nota dal senatore Salvatore Tomaselli (Pd) che ha personalmente ricevuto dal ministro rassicurazioni in tal senso, a margine dei lavori della Commissione.

"Nel corso della mattinata - spiega Tomaselli - ho avuto un colloquio telefonico con il ministro dell'Ambiente Corrado Clini in relazione alla vicenda delle autorizzazioni concesse per effettuare ricerche di idrocarburi nel Mare Adriatico lungo le coste della Puglia. Ho rappresentato al Ministro i contenuti dell'ordine del giorno approvato in modo unanime dai Consigli Comunali di numerosi Comuni delle province di Bari, Brindisi e Lecce riunitisi congiuntamente ieri a Polignano a Mare, con cui si ribadisce la totale contrarietà delle comunità locali a tali attività di ricerca".

"Ho, altresì, avanzato al ministro Clini - sottolinea quindi il parlamentare ostunese - la richiesta di incontrare nei tempi più celeri una delegazione delle istituzioni locali perché possano ancora meglio e direttamente manifestargli tali volontà dell'intero territorio. Il ministro Clini, che ha già preso visione del dossier inerente le procedure e le documentazioni relative a tali istanze di ricerca, mi ha confermato la piena disponibilità a tenere tale incontro nei prossimi giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trivelle: Clini apre al dialogo

BrindisiReport è in caricamento