rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Speciale San Donaci

Violentò una 13enne: torna in carcere. E vi resterà per otto anni

SAN DONACI - Violentò una minore. La Giustizia, a distanza di tre anni, gli presenta il conto. Così Salvatore Masi, 55 anni, di San Donaci, è tornato in carcere, dove vi resterà per otto anni. Epilogo di una storiaccia di fronte alla quale il cinquantacinquenne fu chiamato in causa quasi subito, a margine di una delicata attività di indagine che consentì ai militari della stazione dei carabinieri di San Donaci di inchiodarlo di fronte alle sue responsabilità, per gli abusi compiuti ai danni di una bambina di 13 anni. Già all’epoca l’uomo finì in carcere, con l’accusa di molestie e violenza sessuale. Poi tornò in libertà, in attesa che la Giustizia facesse il suo corso.

SAN DONACI - Violentò una minore. La Giustizia, a distanza di tre anni, gli presenta il conto. Così Salvatore Masi, 55 anni, di San Donaci, è tornato in carcere, dove vi resterà per otto anni. Epilogo di una storiaccia di fronte alla quale il cinquantacinquenne fu chiamato in causa quasi subito, a margine di una delicata attività di indagine che consentì ai militari della stazione dei carabinieri di San Donaci di inchiodarlo di fronte alle sue responsabilità, per gli abusi compiuti ai danni di una bambina di 13 anni. Già all'epoca l'uomo finì in carcere, con l'accusa di molestie e violenza sessuale. Poi tornò in libertà, in attesa che la Giustizia facesse il suo corso.

La capillare e complessa attività di investigazione, finalizzata a trovare riscontri che potessero supportare con certezza, sotto il profilo probatorio, la ricostruzione dei fatti contestatigli, ha reso possibile di chiudere il cerchio attorno al drammatico racconto reso all'epoca dalla ragazzina finita tra le grinfie dell'uomo. A distanza di tre anni, la Cassazione si è espressa in maniera inequivocabile, emettendo a carico di Masi una sentenza esemplare nonché definitiva.

E stamane i carabinieri della stazione di San Donaci hanno dato esecuzione all'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Brindisi, nei suoi confronti. Salvatore Masi, riconosciuto responsabile di molestie e violenza sessuale, dovrà espiare la pena di 8 anni 8 e 6 mesi di reclusione. A margine delle procedure di rito, l'uomo è stato condotto presso il carcere di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentò una 13enne: torna in carcere. E vi resterà per otto anni

BrindisiReport è in caricamento