rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Sport

Marino e gli altri: "Grazie a Ferrarese, e addio. Ora pensiamo a Sassari"

Nessuna polemica, nessuna risposta alle critiche e alle dimissioni del patron. Il presidente Nando Marino chiude il capitolo Ferrarese con garbo: "Ringrazio di cuore Massimo per aver sposato dieci anni fa la causa del basket e salvato uno sport finito nel dimenticatoio. Non faccio polemiche, non è il mio costume. I problemi si risolvono nelle sedi opportune"

BRINDISI - Nessuna polemica, nessuna risposta alle critiche e alle dimissioni del patron. Il presidente Nando Marino chiude il capitolo Ferrarese con garbo: "Ringrazio di cuore Massimo per aver sposato dieci anni fa la causa del basket e salvato uno sport finito nel dimenticatoio. Non faccio polemiche, non è il mio costume. I problemi si risolvono nelle sedi opportune". Nella sala stampa del Pala Pentassuglia ci sono i soci Pino Marinò e Nico Carparelli, e qualcosa vorrà pur dire.

Bucchi, Marino e Giuliani-001-2Marino ringrazia anche gli altri due soci rimasti nella New Basket, Vetrugno e De Nitto; annuncia l'imminente firma del nuovo contratto triennale con Enel (che secondo voci non confermate dovrebbe prevedere esborsi annuali crescenti, a partire da un milione e mezzo l'anno, e bonus legati ai risultati) e sottolinea che i sostenitori dell'associazione "Brindisi vola a canestro" sono diventati 30. Poi invita tutti a pensare a ciò che più conta, il basket, perché tanto "la pallacanestro a Brindisi è della città, dei tifosi e della storia".

L'applauso dei numerosi tifosi presenti suggella la fine di un'epoca. Anche nel basket, morto un papa se ne fa un altro. Giuliani e Bucchi riportano l'attenzione sul campionato. Il gm ringrazia per la proroga del contratto e dichiara che "questo è un chiaro segnale che questa società intende programmare il futuro in maniera sempre più professionale". Finalmente dunque sarà possibile garantirsi i migliori giocatori con contratti più lunghi di un anno. Il coach parla di Sassari, che attende l'Enel lunedì per uno scontro al vertice che rappresenta il match-clou della giornata.

La conferenza stampa sul caso Ferrarese e sul futuro dell'Enel Basket-001-2"A mio avviso Sassari può competere con Milano per la vittoria dello scudetto. Ha più atletismo e più pericolosità negli esterni e nelle penetrazioni. Ma noi andiamo lì  determinati e con molta voglia di fare, cercando di limitarli nella cosa che sanno fare meglio, cioè la corsa". Mays non si è allenato per tutta la settimana, a causa della distorsione alla caviglia rimediata a Caserta, ma oggi sta meglio e dovrebbe essere della partita, seppure a minutaggio limitato. Completamente recuperato invece Sek Henry. (Il fotoservizio è di Vito Massagli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino e gli altri: "Grazie a Ferrarese, e addio. Ora pensiamo a Sassari"

BrindisiReport è in caricamento