Sport

Enel Basket Brindisi, arriva anche il figlio d'arte Albert Jay English

Accordo fatto tra l'Enel Basket Brindisi e il giocatore statunitense Albert Jay English III, guardia in uscita dal college di Iona Gales. Si forma così, sottolinea la società, la coppia rookie play-guardia con Nic Moore

BRINDISI - Accordo fatto tra l'Enel Basket Brindisi e il giocatore statunitense Albert Jay English III, guardia in uscita dal college di Iona Gales. Si forma così, sottolinea la società, la coppia rookie play-guardia con Nic Moore, proponendosi come una delle più interessanti del campionato in grado di entusiasmare i tifosi biancoazzurri. Albert Jay “A.J.” English lll, 86 kg per 193 cm, nato a Wilmington il 10 Luglio 1992, è figlio d'arte di AJ English Senior, cestista professionista che militò due anni in NBA a Washington prima di approdare in Italia nelle città di Trieste, Roma, Forlì e Pistoia.

“AJ è un realizzatore, che Meo Sacchetti ha avuto già modo di vedere dal vivo in Summer League - commenta il general manager Alessandro Giuliani -  ma soprattutto durante il torneo di Pourtsmouth. Affiancato da Moore formano una coppia di giovani guardie dalla giusta combinazione, potendo entrambi portare la palla nelle varie situazioni di gioco e creare problemi dal pick and roll. Inizialmente avranno bisogno di tempo per ambientarsi in una nuova realtà ma siamo fiduciosi che il talento cui posseggono possa dar loro una grande mano”.

Dopo aver mosso i primi passi nell'High School di St. Thomas More, nel 2012 la nuova guardia di Enel Basket si trasferisce al college di Iona, dove in quattro anni farà incetta di trofei, record e riconoscimenti personali. La shooting guard migliora vertiginosamente di stagione in stagione tutte le proprie statistiche, tanto da diventare il terzo realizzatore di sempre e il secondo miglior tiratore da tre punti nella storia del proprio college.

Nell'ultimo anno fa registrare 22.6 punti di media a partita tirando con il 52% da 2, il 37% da 3 e l'83% ai tiri liberi, dimostrando anche ottime doti da passatore con 6.2 assist e 5 rimbalzi in 36 minuti di media in campo. A.J. nonostante la sua giovane età, può già vantare una bacheca personale di tutto rispetto. In tre delle ultime quattro edizioni (2013-15-16), ha trascinato infatti Iona alla vittoria del MAAC Tournament (Metro Atlantic Athletic Conference), venendo sempre inserito nel primo quintetto delle varie rassegne e risultando l'MVP del torneo 2016.

Nello scorso mese di aprile ha inoltre condotto il suo team alla vittoria del Pit (Portsmouth Invitational Tournament) con la media di 17,3 punti e 6.7 assist a partita conseguendo il titolo di Mvp del torneo. In estate ha accettato l'invito dei Golden State Warriors partecipando alla Summer League di Las Vegas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel Basket Brindisi, arriva anche il figlio d'arte Albert Jay English

BrindisiReport è in caricamento