Sport

Arriva Trento: difese aggressive e rimbalzi le chiavi della partita di stasera

L’Enel prova a mettersi alle spalle le sconfitte di EuroCup e a riproporsi come big del campionato di serie A. Questa sera, nell’anticipo della quarta giornata, al PalaPentassuglia sarà di scena la Dolomiti Energia Trento. Fischio d’inizio alle ore 20.30, con diretta radiofonica su CiccioRiccio

BRINDISI - L’Enel prova a mettersi alle spalle le sconfitte di EuroCup e a riproporsi come big del campionato di serie A. Questa sera, nell’anticipo della quarta giornata, al PalaPentassuglia sarà di scena la Dolomiti Energia Trento. Fischio d’inizio alle ore 20.30, con diretta radiofonica su CiccioRiccio. «L'obiettivo che ci prefiggiamo per la trasferta di Brindisi è raggiungere quella consistenza richiesta per giocare in trasferta su campi importanti nel campionato italiano. Penso soprattutto alla necessità di essere concentrati sulla gestione del ritmo del gioco, sulla capacità di giocare ogni singola azione, mettendo grande concentrazione nell'eseguire bene le cose», ha detto coach Buscaglia nella conferenza stampa infrasettimanale.

«Brindisi è una squadra solida, di talento, con un pacchetto esterni che già ha mostrato quale sia il suo eccezionale potenziale, grazie a giocatori come Scottie Reynolds, Adrian Banks, Scott Durand, Alex Harris o lo stesso David Cournooh. Con il passare delle gare stanno crescendo anche i loro lunghi, a cominciare da Kadij, che sia vicino a canestro che sul perimetro può essere pericolosissimo. Contro giocatori del genere sarà fondamentale difendere aggressivamente, e lavorare con quel senso di anticipazione che ci permetta di impedire che le loro giocate arrivino, ad esempio chiudendo loro le linee di passaggio, invece che aspettare le loro scelte per poi provare a difenderle».

Di ben altro tenore le parole di Piero Bucchi: «Sono ancora arrabbiato per la nostra prestazione dell’altra sera in EuroCup contro Le Mans. Dobbiamo essere più bravi a giocare due partite la settimana (coppa e campionato), essendo consapevoli, in particolare, di dover affrontare in Europa squadre di grande qualità tecnica. Senza dubbio questa esperienza ci servirà a crescere ma, ripeto, occorrerà uno sforzo mentale e, ovviamente, anche fisico per essere sempre pronti”.

“Gli impegni in Eurocup sono affascinanti, stimolanti ma anche impegnativi e faticosi, anche per le lunghe trasferte. E’ il rovescio della medaglia! Sono convinto, comunque, che la squadra ci riuscirà, costatando la disponibilità, l’impegno e la voglia dei miei giocatori. Ora pensiamo al campionato e a Trento. Prevedo una partita dura, atletica, intensa nella quale dovremo essere bravi a contrastare i nostri avversari specialmente sotto canestro. Sulla presenza in campo di Reynolds, infortunatosi nello scorso turno di campionato, sono moderatamente ottimista. Altri giocatori lamentano vari acciacchi che si stanno valutando in queste ore». Due dunque le chiavi tematiche del match: le difese aggressive e la lotta ai rimbalzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva Trento: difese aggressive e rimbalzi le chiavi della partita di stasera

BrindisiReport è in caricamento