Sport

Un'Enel senza vitalità subisce la difesa a uomo del Nanterre: 80 a 68

A Nanterre l'Enel Basket Brindisi convince solo per 10 minuti, poi subisce la freschezza degli avversari e rischia di tornare a casa con un passivo ben più pesante di quello testimoniato dal risultato finale: 80-68 per i francesi. Il JSF si aggiudica dunque il primo round dei quarti di finale di EuroChallenge, grazie ad una asfissiante difesa a uomo che non ha lasciato spazi di manovra ai ragazzi di Bucchi

A Nanterre l’Enel Basket Brindisi convince solo per 10 minuti, poi subisce la freschezza degli avversari e rischia di tornare a casa con un passivo ben più pesante di quello testimoniato dal risultato finale: 80-68 per i francesi.  Il JSF si aggiudica dunque il primo round dei quarti di finale di EuroChallenge, grazie ad una asfissiante difesa a uomo che non ha lasciato spazi di manovra ai ragazzi di Bucchi. Il coach biancazzurro ha provato a correre ai ripari con la zona, ma i padroni di casa sono stati bravi a girare palla in velocità, trovando sempre con facilità la via del canestro.

Nanterre-Enel-2Difficile individuare qualche buona prestazione tra i brindisini: lo scout dice Denmon e Cournooh, ma con percentuali al tiro comunque non esaltanti. Tutti gli altri sono di gran lunga sotto la sufficienza, soprattutto i lunghi: Mays, James ed Eric, in tre, assicurano appena 21 punti e 18 rimbalzi (9 il solo James). Davvero troppo poco. Il Nanterre invece finisce con ben cinque uomini in coppia cifra (Shuler, Riley, Weems, Passave-Ducteil e Campbell). Domani si torna a Brindisi, e giovedì di nuovo in campo per la rivincita.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Partenza convincente dell’Enel, trascinata da un Denmon ispirato, poi il Nanterre fa quadrato e recupera lo svantaggio iniziale, trascinata dal calore del pubblico e dai canestri di Passave-Ducteil che si fa valere sotto le plance e sigla l’ultimo canestro del primo periodo, quello che vale il 17-17. Brindisi gioca un brutto secondo quarto: subisce gli avversari e non riesce ad attaccare il canestro del JSF. Va sotto di 7, poi recupera, ma incassa un altro break (39-30) che viene quasi pareggiato grazie alle due bombe consecutive di Turner e Pullen. Nel finale è ancora il Nanterre a dimostrare più freschezza, e i francesi vanno negli spogliatoi avanti di 5 lunghezze (42-37).

Nanterre-Enel 5-2Nel terzo periodo Bucchi prova la difesa a zona, ma non ottiene grandi risultati. I suoi uomini invece soffrono più che mai la uomo asfissiante del Nanterre, che non concede spazi, raddoppia gli avversari e recupera un bel po’ di palloni. I tiri liberi di Shuler fissano il terzo parziale sul 60-52. L’inizio dell’ultima frazione di gioco vede protagonista l’Enel, che prova a recuperare lo svantaggio e quasi centra l’obiettivo. Ma Eric sbaglia la schiacciata del 63-60, e i suoi compagni sbagliano altri tre attacchi consecutivi, consentendo al Nanterre di mettere al sicuro la partita. La schiacciata di Weems (71-58) dice che il risultato è ormai scontato. E il finale di -12 tutto sommato va anche bene per Brindisi, che poteva uscire ancora più malconcia da una serata andata storta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'Enel senza vitalità subisce la difesa a uomo del Nanterre: 80 a 68

BrindisiReport è in caricamento