Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Trento spegne l'Enel nel derby dell'energia: 71-81. Senza Reynolds è buio pesto

Senza Reynolds l'Enel Brindisi è una mezza squadra, e così al Pala Pentassuglia passa anche la Dolomiti Trento: 71-81 il risultato finale, con gli ospiti che vincono meritatamente grazie alla difesa aggressiva e ad un attacco che funzionava a meraviglia

BRINDISI - Senza Reynolds l'Enel Brindisi è una mezza squadra, e così al Pala Pentassuglia passa anche la Dolomiti Trento: 71-81 il risultato finale, con gli ospiti che vincono meritatamente grazie alla difesa aggressiva e ad un attacco che funzionava a meraviglia. La squadra di Bucchi invece ha faticato fin dall'inizio ed è stata costretta sempre a rincorrere. In casa biancazzurra molta confusione, con Cournooh in cabina di regia pressato a dovere, e le solite assenze dei lunghi Gacic e Milosevic. Kadji, su cui coach Buscaglia aveva preannunciato un trattamento molto particolare, è stato sistematicamente raddoppiato non appena riceveva palla vicino al canestro.

La difesa asfissiante di Trento ha costretto Banks e compagni a cercare ripetutamente il tiro dalla lunga distanza, con risultati davvero scadenti: 3/20 (15%). Difficile trovare giocatori da promuovere in casa Enel, forse il solo Banks, autore di 17 punti. Sulla sponda trentina invece una buona prova corale e una splendida partita di Wright, che ha annullato Kadji, ha messo a segno 11 punti, preso 6 rimbalzi e fornito ai compagni 4 assist.

Le parole del presidente Nando Marino a fine partita dicono tutto: «Non abbiamo il play titolare, il miglior play del campionato, e questo pesa molto. E poi a basket quando giochi senza i lunghi i risultati si vedono». Anzi, non si vedono. Ma per fortuna dalla prossima dovrebbe rientrare Reynolds. (Le foto sono di Vito Massagli)

Bucchi-5Kadji-3Harris-2Gagic-3Kadji_2-2Cournooh-5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento spegne l'Enel nel derby dell'energia: 71-81. Senza Reynolds è buio pesto

BrindisiReport è in caricamento