Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

L'Enel ritrova la vittoria con Avellino dopo le cadute in trasferta

L’Enel torna alla vittoria e dopo i due scivoloni in trasferta si aggiudica i due punti contro la Sidigas Avellino. Al PalaPentassuglia finisce 81-67, con gli ospiti che si arrendono solo nel finale di partita. Un match non bello, ma molto combattuto

BRINDISI - L’Enel torna alla vittoria e dopo i due scivoloni in trasferta si aggiudica i due punti contro la Sidigas Avellino. Al PalaPentassuglia finisce 81-67, con gli ospiti che si arrendono solo nel finale di partita. Un match non bello, ma molto combattuto, malgrado la posta in palio fosse aleatoria, perché Brindisi era già certa del sesto posto in classifica e gli ospiti fossero già salvi e fuori dalla corsa per i play-off.

Pullen al tiro libero-2L’Enel disputa i primi due quarti con poche azioni corali e tanta confusione. Avellino colpisce in velocità e gioca a ritmi sostenuti, impedendo a Mays di trovare il canestro raddoppiando sistematicamente sul centro biancazzurro. Il centro giamaicano accalappia 9 rimbalzi ma prima di realizzare i primi due punti in azione deve sudare e passare attraverso un preoccupante 0 su 6 dal campo.

A metà del terzo periodo Avellino inizia a segnalare i primi cedimenti: tiri forzati, buchi in difesa. Brindisi ne approfitta con il Pullen ritrovato. L’Enel raggiunge il massimo vantaggio con Denmon (+8) e mette le mani sulla partita. Partita che si chiude al 36° minuto, quando l’Enel decide finalmente di chiedere il conto. Ad affondare i campani ci pensano ancora Pullen, Denmon e Mays, che firmano il +15 e la fine dei giochi.

Mays-5Ma l’applauso più forte della serata va ad Andrea Zerini, che gioca con una caviglia malconcia ma fa gli straordinari per sopperire all’assenza di Eric. Il pivot italiano naturalizzato brindisino chiude con 9 punti, 2 rimbalzi e 3 stoppate. In chiusura una postilla dedicata ai 30-40 tifosi avellinesi a seguito della Sidigas, che per 40 minuti hanno sostenuto la loro squadra ma soprattutto insultato i brindisini. Che dire: entrare in un palazzetto di un’altra città con il dito medio alzato è davvero un grande dimostrazione di intelligenza. Smarrita. (Le foto sono di Vito Massagli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel ritrova la vittoria con Avellino dopo le cadute in trasferta

BrindisiReport è in caricamento