Sport

Bucchi fa il miracolo: l'Enel affonda la Grissin Bon 71-74. E ora si può sognare

L'Enel fa il miracolo: espugna il PalaBigi per 71-74 e si aggiudica la prima storica vittoria nei play-off e ora si va a gara 3 con tutt'altra mentalità, perché sull'1-1 la serie è apertissima ad ogni sorpresa. È la vittoria di Bucchi, che ha saputo tenere in riga la squadra anche dopo la rocambolesca sconfitta di gara 1

REGGIO EMILIA - L'Enel fa il miracolo: espugna il PalaBigi per 71-74 e si aggiudica la prima storica vittoria nei play-off e ora si va a gara 3 con tutt'altra mentalità, perché sull'1-1 la serie è apertissima ad ogni sorpresa. È la vittoria di Bucchi, che ha saputo tenere in riga la squadra anche dopo la rocambolesca sconfitta di gara 1. È la vittoria dei gregari Cournooh, di nuovo decisivo, e Harper. È un successo che ha tanti nomi, perché forse per la prima volta Brindisi chiude con sei uomini in doppia cifra. E c'è perfino la  firma di Jacob Pullen, che per 30 minuti è disastroso e soffre la difesa degli avversari, poi realizza 14 punti in 10 minuti e affonda la Grissin Bon.

COURNOOH-3La cronaca della partita - Brindisi inizia la partita con il piglio giusto e dimostra subito di non aver subito contraccolpo psicologici dopo l'incredibile rimonta e la sconfitta di gara 1. Bucchi dà fiducia a Cournooh e Mays conferma la sua buona forma. L'unico dato negativo resta la catastrofica percentuale al tiro dall'arco, ma fortunatamente Reggio Emilia non fa meglio, e così l'Enel riesce a chiudere 13-12 il primo periodo e ad aggiudicarsi 15-19 il secondo, andando così  negli spogliatoi all'intervallo sul 28-31, con Denmon e Pullen ancora all'asciutto e Mays che, incredibilmente, non ha preso rimbalzi.

Nel terzo periodo si avvertono segnali di cedimento: Pullen è imbarazzante, inizia ad innervosirsi per la difesa asfissiante di Cinciarini e Della Valle, tenta soluzioni affrettate e commette falli evitabili. Bucchi tarda a togliere il play dal campo e l'Enel mette in mostra un gioco inguardabile. La GrissinBon ne approfitta per allungare sul 49-43 grazie ai canestri di Polonara. Il parziale del terzo periodo dice 21-12 per i padroni di casa.

Nell'ultima frazione di gioco le parti si invertono e l'Enel diventa padrona del campo, anche perché finalmente si sveglia un certo Pullen, che in dieci minuti infila 14 punti e ridà alla squadra ritmi e tranquillità. Reggio scivola ma continua ad insistere in un gioco folle basato solo ed esclusivamente sul tiro da 3 punti. Bisogna sudare fino agli ultimi secondi, perché Lavrinovic e compagni trovano canestri impossibili, ma alla fine l'Enel espugna il PalaBigi. 

Le parole di Bucchi - Raggiante e soddisfatto il coach brindisino a fine partita: «Avevamo voglia di fare una buona gara e l'abbiamo fatta. Una bella vittoria, scaturita da una buona difesa: abbiamo tenuto Reggio Emilia in casa a quota 71, ma abbiamo avuto anche buone scelte in attacco». Appuntamento sabato e lunedì prossimi al PalaElio. (Foto di Vito Massagli)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bucchi fa il miracolo: l'Enel affonda la Grissin Bon 71-74. E ora si può sognare

BrindisiReport è in caricamento