menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Kadji

Kadji

L'Enel con tre assenze-chiave cede all'ultimo quarto e Le Mans dilaga

L'Enel Brindisi torna sconfitta (66-45) anche da Le Mans e dice addio alle già flebili speranze di poter accedere al secondo turno di EuroCup. Il risultato finale non fotografa bene però una partita che i ragazzi di Bucchi hanno giocato dignitosamente per 30 minuti, salvo poi crollare nell'ultimo quarto, quando hanno pesato le assenze di Reynolds, Scott e Zerini

L'Enel Brindisi torna sconfitta (66-45) anche da Le Mans e dice addio alle già flebili speranze di poter accedere al secondo turno di EuroCup. Il risultato finale non fotografa bene però una partita che i ragazzi di Bucchi hanno giocato dignitosamente per 30 minuti, salvo poi crollare nell'ultimo quarto, quando hanno pesato le assenze di Reynolds, Scott e Zerini (fermo per un problema all'adduttore sinistro). Anche Banks, tenuto sotto stretta sorveglianza dalla difesa avversaria, è apparso comprensibilmente spento e stanco. Per vincere in queste condizioni ci sarebbe voluto un miracolo, ma il miracolo non è arrivato, e l'Enel potrà rituffarsi nel campionato con la mente più libera e (tra qualche settimana) con qualche impegno infrasettimanale in meno.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Malgrado le defezioni Brindisi scende in campo determinata a non fare da cavia. I francesi partono meglio ma non riescono mai a distanziare gli ospiti. Bucchi può fare affidamento sotto i tabelloni solo su tre uomini e manda in quintetto Gagic e Kadji, dando però molti minuti in più a MIlosevic. Le Mans chiude il primo periodo avanti solo di tre punti (17-14) e rientra in campo determinata ad infliggere un primo break importante ai brindisini. Nei primi tre minuti di gioco per l'Enel è buio pesto e i padroni di casa vanno avanti di 9 lunghezze.

Bucchi ferma immediatamente il gioco e fa il miracolo: Harris fa scattare la reazione biancazzurra e Brindisi azzera lo svantaggio, riuscendo perfino a mettere il naso avanti seppur per qualche secondo. Il punteggio all'intervallo segna 29-28: partita apertissima e a tratti anche molto bella. Nella terza frazione di gioco è Brindisi a segnare il massimo vantaggio (29-34). Le Mans reagisce ma l'Enel resiste (32-37), almeno fino alla fine del tempo, che si chiude sul 40-40. Il crollo arriva negli ultimi 10 minuti: i francesi spingono sull'acceleratore, gli ospiti vanno sotto di 11 e issano bandiera bianca. Bucchi toglie dal campo Banks e butta dentro anche De Gennaro. Davvero a questi ragazzi non si poteva chiedere di più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento