L'Enel al rush finale. Obiettivo: arrivare tra le prime quattro

L'undicesima giornata del girone di ritorno di Lega A potrebbe avere una importanza fondamentale per Brindisi e per definire i giochi nella parte alta della classifica. Mentre infatti Bucchi e la sua banda sono attesi dall'anticipo serale di Montegranaro, le altre big si affronteranno domani in scontri diretti: la capolista Milano ospita Cantù, Siena attende Sassari e l'Acea Roma,va a Reggio Emilia, anche lei in corsa per i play-off

Coach Piero Bucchi

BRINDISI – L’undicesima giornata del girone di ritorno di Lega A potrebbe avere una importanza fondamentale per Brindisi e per definire i giochi nella parte alta della classifica. Mentre infatti Bucchi e la sua banda sono attesi dall’anticipo serale di Montegranaro, le altre big si affronteranno domani in scontri diretti: la capolista Milano ospita Cantù, mentre Siena attende Sassari. L’altra grande che può mirare ad un posto tra le prime quattro, l’Acea Roma, va a Reggio Emilia, anche lei in corsa per i play-off.

Nando MarinoInsomma, sarà un turno decisivo. E forse lo sarà soprattutto per l’Enel, che sulla carta ha un impegno facile: seconda contro penultima. Ma la Sutor è condannata a vincere se vuole salvarsi, e dunque i ragazzi di Recalcati sono all’ultima spiaggia. Anche l’Enel, però, è condannata a vincere se vuole centrare un obiettivo che sarebbe al tempo stesso storico e potenzialmente remunerativo: l’accesso ai play-off tra le prime quattro in classifica.

Delroy JamesNella storia, a ben vedere, ci siamo già, visto che Brindisi non era mai arrivata così in alto. Ma arrivare tra le prime quattro sarebbe non solo bellissimo e giusto, visto il campionato fatto fin qui dai Bucchi boys, ma anche molto importante per le casse societarie. Con i primi turni di play-off che si giocano al meglio delle cinque partite, infatti, l’Enel potrebbe disputare al Pala Pentassuglia tre match, che in caso di successo potrebbero allungarsi a 5: per le casse societarie sarebbe una manna dal cielo, che porterebbe linfa vitale per circa 300mila euro.Forza dunque, ci sono tre buoni motivi per rastrellare il massimo dei punti nelle prossime cinque partite (Montegranaro, Avellino, Siena, Pesaro e Sassari): l’onore, la storia e le tasche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento