menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Federbasket-LegaA

Foto Federbasket-LegaA

Happy Casa Brindisi torna a sperare: battuta Reggio in trasferta

L’Happy Casa Brindisi non è più la Cenerentola della classifica della Lega A, vince a Reggio Emilia per 73-77 e cede volentieri il posto di fanalino di coda a Pesaro

REGGIO EMILIA – L’Happy Casa Brindisi non è più la Cenerentola della classifica della Lega A, vince a Reggio Emilia per 73-77 e cede volentieri il posto di fanalino di coda a Pesaro, tornato sconfitto da Venezia. E se le cose andranno come sperano Moore e soci, oltre a ritrovarsi a quota 8 in compagnia di Varese battuto stasera in casa della Vanoli Cremona, forse sarà del gruppo anche Pistoia che lunedì sera ospita la Emporio Armani Milano. Roba da riaccendere le speranze di cavarsela per il rotto della cuffia.

Grissin Bon Reggio Emilia - Happy Casa Brindisi 2-2

A Reggio è stata la squadra di casa a cedere negli ultimi minuti. Una volta tanto, la rimonta sulla Happy Casa non è riuscita, grazie agli errori di C. Wright (due centri  su 8 tiri dall’area, e zero su quattro tiri da fuori), mentre l’omonimo J. Wright è stato il top scorer con 27 punti, e con White ha animato una rincorsa tirata allo spasimo. Per chi non ha seguito l’incontro, questa la sequenza.

Grissin Bon Reggio Emilia - Happy Casa Brindisi 4-2

Smith riporta in testa Brindisi con una bomba, ed è il 68-70. Poi ancora lui dall’area dopo un libero di Reggio Emilia, ed è 69-72. Poi J. White fa presagire il solito finale per Brindisi, riportando la squadra di casa a un punto sotto (71-72). Un Mesicek disastroso stasera nel tiro mette a segno due liberi dopo essersi procurato il fallo, ed è 71-74. Ma J. Wright non si arrende e si torna a un punto di distacco, 73-74. Moore ripristina le distanze, 73-76. Tepic consolida con un libero a segno, 73-77. Time-out Reggio Emilia, ma i tiratori di casa sprecano a ripetizione, e si chiude con un rimbalzo in difesa di Smith.

Grissin Bon Reggio Emilia - Happy Casa Brindisi 5-2

Nella fiera degli errori, soprattutto nei tiri da fuori, esce con le ossa rotte la Grissin Bon, con un Chris Wright disastroso, mentre Julian Wright assieme ad un ottimo White resta protagonista, e sopperisce anche alle défaillance di Reynolds. Ma non basta a Reggio Emilia per fare sua la partita. La Happy Casa, pur con il suo fardello di problemi, vince il primo quarto per 19-22, poi resta un punto in testa anche al secondo dove però gli emiliani cominciano la risalita (21-19 il parziale), per poi portarsi in testa al terzo tempo per 59-53 grazie ai 19 punti messi a segno contro i 12 dei brindisini.

Grissin Bon Reggio Emilia - Happy Casa Brindisi 6-2

La musica cambia nel finale. Brindisi mette a segno 24 punti contro i 14 dei padroni di casa, e fa suo l’incontro. Reggio lamenta un canestro non assegnato a Della Valle per interferenza: il Pala Bigi diventa un girone infernale di fischi contro gli arbitri, ma non c'è niente da fare. Menetti non riesce ad organizzare il riaggancio, i suoi sbagliano tre tiri da fuori area, e la Grissin Bon saluta le speranze di Final Eight, mentre Happy Casa e Vitucci tornano a sperare per la permanenza in A.

Grissin Bon Reggio Emilia - Happy Casa Brindisi-2

Grissin Bon Reggio Emilia – Happy Casa Brindisi 73-77 (parziali 19-22, 21-19, 19-12, 14-24)

Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini, J. Wright 27, Bonacini, Candi, Della Valle 15, White 16, Reynolds 2, Markoishvili 6, C. Wright 5, De Vico 2. Allenatore: Menetti.

Happy Casa Brindisi: Suggs 16, Tepic 10, Oleka, Smith 14, Mesicek 10, Cardillo, Sirakov, Moore 13, Donzelli, Canavesi, Petracca, Lalanna 13. Allenatore: Vitucci.

Arbitri: Sahin, Weidmann, Caiazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento