rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

A Bressanone la Junior compromette tutto nel primo tempo

BRESSANONE - Un primo tempo negativo frena la Junior Fasano a Bressanone: gli uomini di Dumnic regalano la prima frazione ai padroni di casa, per la prima volta al completo, e nonostante un'altra grande rimonta nel secondo tempo si devono arrendere dai sette metri: 31-29.

BRESSANONE - Un primo tempo negativo frena la Junior Fasano a Bressanone: gli uomini di Dumnic regalano la prima frazione ai padroni di casa, per la prima volta al completo, e nonostante un'altra grande rimonta nel secondo tempo si devono arrendere dai sette metri: 31-29.

La Junior, ancora priva di Costanzo, parte bene tagliando facilmente la difesa avversaria, ma l'allenatore locale Noessing ordina la 6-0 e gli uomini di Dumnic vanno subito in difficoltà. I fasanesi non riescono a trovare le giuste soluzioni per attaccare la difesa piatta dei padroni di casa e incidono molto poco in attacco. In difesa grossi problemi nel contenere il rientrante mancino Scepanovic, che segna e regala assist all'ala destra Giuliani. La Junior va al riposo sotto di quattro: 16-12.

Nella ripresa è un'altra Junior: Dumnic ordina la marcatura a uomo di De Santis su Scepanovic e a tratti anche di Messina su Radukic; sale in cattedra Sirsi, che nel primo tempo non aveva ripetuto la bella prestazione col Noci e la Junior comincia a recuperare palloni e a sfruttare il contropiede. Il Bressanone soffre il cambio tattico e cala anche fisicamente, Vidovic segna i suoi primi gol su azione e il divario si assottiglia gradualmente fino al 18 pari del 17'. Da quel momento è un testa a testa, con la Junior che nel minuto finale non riesce a operare il sorpasso complici due difese in area consecutive su De Santis non punite con un rigore apparso evidente: finisce 26 pari.

Si va così ai tiri dai sette metri, che quest'anno premiano con tutti i tre punti chi vince: per la Junior segnano Kokuca e Costanzo, che entra solo in questa occasione, ma sbaglia Vidovic, finora infallibile. Inutile la rete di De Santis, errore finale di Giannoccaro a risultato acquisito. La Junior deve smaltire in fretta la delusione di Bressanone: sabato prossimo si gioca in casa l'andata di Challenge Cup contro il Bascharage (Lussemburgo) e davanti al pubblico della palestra Zizzi bisognerà dare il massimo per ipotecare il passaggio del turno. Si gioca alle 19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bressanone la Junior compromette tutto nel primo tempo

BrindisiReport è in caricamento