Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Palaeventi atto finale. Happy Casa: si valutano le condizioni di Harrison

Si avvicina l’aggiudicazione definitiva del progetto alla società New Arena. Atteso per giovedì il rientro di Harrison dagli Usa

BRINDISI - Il basket brindisino, quello giocato, va in soffitta, con Happy Casa reduce dalla pregevole presenza in Final Eight, sospeso ad aspettare la prestazione della Nazionale italiana impegnata in Russia, a Perm, ma già qualificata all’EuroBasket 2022. Gli occhi ora sono tutti puntati sul recupero di D’Angelo Harrison e soprattutto sul Palazzo di città di Brindisi dove è in dirittura di arrivo la decisione finale della commissione incaricata della valutazione del progetto di fattibilità relativo projet financing, presentato dalla società New Arena, per la concessione di costruzione e gestione dell’impianto sportivo in contrada Masseriola, noto come Palaeventi.

Palaeventi: esame conclusivo e prossima aggiudicazione

La procedura per la valutazione e la verifica della documentazione amministrativa, il riscontro degli elaborati tecnici e la parte relativa all’offerta economica, è stata ora completata da parte della Commissione incaricata, ed in settimana si dovrebbe procedere alla verbalizzazione degli atti preparatori per l’aggiudicazione definitiva alla società New Arena, promoter del progetto ed unica offerta pervenuta. La successiva conferenza di servizi prevista dalla procedura del projet aprirà poi la strada alla concreta fase iniziale di costruzione con il doveroso rispetto del cronoprogramma stabilito, nella speranza che si possa recuperare il tempo perduto. 
La città di Brindisi, com’è noto, sarà interessata ad ospitare alcuni eventi sportivi in programma nella XX edizione dei Giochi del Mediterraneo che si svolgeranno a Taranto, ed il Palaeventi sarà un impianto già previsto come a disposizione dell’organizzazione dei Giochi, mentre la squadra di basket Happy Casa Brindisi che ha ormai assunto una dimensione europea non può più rappresentare la città di Brindisi ed ospitare squadre di rango in palasport angusto e privo dei servizi essenziali.

In dubbio l’intervento operatorio al ginocchio di Harrison

Lo staff sanitario di Happy Casa Brindisi, che agisce in stretto contato fra il direttore Dino Furioso e l’ortopedico Antoni Orgiani, hanno ritenuto di sottoporre il ginocchio infortunato di D’Angelo Harrison ad ulteriori e più approfonditi esami strumentali, prima di decidere l’eventuale intervento chirurgico. Il giocatore rientrerà giovedì prossimo dall’America, dove si trova attualmente, per sottoporsi a tutti gli esami necessari indispensabili per trarre le dovute conclusioni.

Harrison, Happy Casa Brindisi-2

New Basket sul mercato condizionata dal recupero di Harrison 

La New Basket Brindisi ha attualmente smentito le voci di un possibile ingaggio immediato del sostituto di Harrison poiché è naturalmente in attesa di conoscere i tempi di recupero del giocatore americano, prima di iniziare qualche trattativa per la sua sostituzione, sia pure a tempo determinato. La sospensione del campionato aiuta ora la società a prendere il tempo necessario per valutare la possibilità di ingaggiare un giocatore, legata alle decisioni dello staff sanitario.

Simone Giofrè-2

Harrison, infatti, dovrebbe essere ancora certamente assente per il prossimo impegno di campionato, previsto per il 28 febbraio prossimo contro Trieste, ma se la ripresa dovesse prolungarsi anche per gli impegni successivi in Champions League, in Israele contro Hapoel Holon, in programma il 2 marzo, ed in campionato, a Bologna, contro Fortitudo, il 7 marzo seguente, allora Happy Casa Brindisi sarà impegnata ad un nuovo sacrificio finanziario e chiederà al diretto sportivo Simone Giofrè ed a coach Frank Vitucci di operare un altro miracolo sul mercato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palaeventi atto finale. Happy Casa: si valutano le condizioni di Harrison

BrindisiReport è in caricamento