rotate-mobile
Sport

Al Brindisi arriva un difensore in prova. Cejas fuori per un turno

BRINDISI – Come era nelle previsioni il centrocampista Max Cejas è stato squalificato per una giornata, a seguito dell’ammonizione di domenica scorsa (era diffidato). E quindi domenica contro il Catanzaro non ci sarà. Ne approfitterà per rimettere in sesto definitivamente il suo ginocchio che da qualche tempo, a causa della mancanza di riposo, sta facendo le bizze. Tutti gli altri, per la gara di domenica, compreso il centrocampista Nicola Pizzolla, saranno disponibili.

BRINDISI - Come era nelle previsioni il centrocampista Max Cejas è stato squalificato per una giornata, a seguito dell'ammonizione di domenica scorsa (era diffidato). E quindi domenica contro il Catanzaro non ci sarà. Ne approfitterà per rimettere in sesto definitivamente il suo ginocchio che da qualche tempo, a causa della mancanza di riposo, sta facendo le bizze. Tutti gli altri, per la gara di domenica, compreso il centrocampista Nicola Pizzolla, saranno disponibili.

Intanto da oggi al già nutrito gruppo di giocatori biancazzurri (dai quali si sono sganciati Manoni e Di Matteo per gravi infortuni) si è aggregato il difensore Alessandro Radi, 28 anni, 186 centimetri di altezza per 83 chili di peso. Radi è in prova. Se convincerà l'allenatore Massimo Rastelli, che a dire il vero già lo conosce perché ha giocato nella Juve Stabia, Radi resterà a Brindisi, altrimenti a fine settimana rifarà le valige.

Oggi la squadra si è ritrovata al Fanuzzi. L'aria che si respirava nello spogliatoio era decisamente più serena rispetto ai giorni scorsi. La tensione si è allentata dopo il pareggio conquistato a Fondi. Era importante evitare un'altra sconfitta e i ragazzi di Rastelli ci sono riusciti. Da sconfiggere c'era la paura di non riuscirci, Che è la cosa peggiore. Quando si viene sopraffatti dalla paura è la paralisi, tutto diventa più complicato, si sbagliano anche le cose più facili.

Questo non vuol dire che il Brindisi non abbia problemi e che per la paura in sette gare sia riuscito a mettere assieme solo cinque punti, risultato di quattro sconfitte, due pareggi e una vittoria. I problemi esistono e sono di natura atletica (preparazione partita in ritardo e fatta male dal precedente allenatore, Carlo Florimbj, che pensava di poter fare da solo) e di natura strutturale: ci sono giocatori inadatti e reparti incompleti.

Rastelli, però, non s'abbatte. Quando ha deciso di subentrare a Florimbj sapeva come stavano le cose e era consapevole che prima di dicembre rinforzare la squadra non sarà possibile. Su questo fronte si sta lavorando. Il consulente di mercato Stefano Trinchera sta girando in lungo e largo per individuare giocatori che possano rinforzare adeguatamente la squadra.

Intanto, per fortuna, domenica il Brindisi riceverà un avversario, il Catanzaro, che non dovrebbe creare nessun problema. La squadra calabrese è allo sbando. Non vi sono dirigenti, i giocatori non percepiscono stipendi. Domenica ha dovuto giocare a porte chiuse perché la società, o per lo meno quel che resta, non ha i soldi per pagare gli steward e garantire la presenza di vigili del fuoco e altro. Inoltre domenica in campo non ci sarà nemmeno l'attaccante Francesco Corapi, il giocatore di prestigio del Catanzaro, squalificato per due giornate. E' ovvio che il Brindisi non deve prendere sottogamba questa squadra.

A proposito della gara di domenica, che si gioca al Fanuzzi alle ore 14,30, la società ha già avviato la prevendita dei biglietti. E sempre a proposito di questa gara la società biancazzurra ricorda che per domenica ha organizzato "Brindisi nel sangue". Per carità, non ci spaventiamo, non vuol essere un invito ad una strage. E' la denominazione data alla manifestazione promossa dal Gruppo giovani dell'Avis e dal Football Brindisi 1912, con la collaborazione del Centro trasfusionale dell'ospedale Perrino. I dirigenti del Brindisi invitano i tifosi a recarsi dalle 8,30 alle 12 nella sala stampa dello stadio Fanuzzi per donare il sangue. Tra tutti i donatori sarà sorteggiato un biglietto di ingresso nello stadio per la gara con il Catanzaro e saranno sorteggiate anche cinque magliette del Brindisi (quelle nuove con la V lunga) messe in palio dal Fb Brindisi e cinque borsoni messi in palio dall'Avis.

Da ricordare che per donare il sangue bisognerà essere a stomaco vuoto. A chi donerà il sangue verrà offerta la colazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Brindisi arriva un difensore in prova. Cejas fuori per un turno

BrindisiReport è in caricamento