menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stretta di mano tra Flora e Albano

Stretta di mano tra Flora e Albano

Albano ha firmato, pronto per domenica

BRINDISI – Firma sul contratto e poi di corsa ad allenarsi con i nuovi compagni. Diego Albano è tornato ufficialmente al Brindisi. Il 34enne materano, in biancazzurro già lo scorso anno e nella stagione 2003/04, è a disposizione in vista del big match in programma domenica.

BRINDISI - Firma sul contratto e poi di corsa ad allenarsi con i nuovi compagni. Diego Albano è tornato ufficialmente al Brindisi. Il 34enne materano, in biancazzurro già lo scorso anno e nella stagione 2003/04, è a disposizione in vista del big match in programma domenica prossima contro il Matera, per la quarta giornata del campionato di Serie D.

Data l'importanza dell'appuntamento, la compagine biancazzurra ha chiesto l'autorizzazione a posticipare il calcio di inizio della partita alle 17. I lucani pare non abbiano nulla in contrario allo slittamento. Vi sono buone probabilità, quindi, che la Lega accolga la richiesta del sodalizio di via Benedetto Brin.

Nello spogliatoio si respira grande fiducia dopo la convincente vittoria conquistata domenica scorsa in casa del Gelbison. E il clima di entusiasmo instauratosi fra i tifosi lascia presagire a una massiccia affluenza di pubblico sugli spalti dello stadio Fanuzzi, in occasione del match contro i materani.

Il presidente Antonio Flora, che questo pomeriggio ha seguito da bordo campo gli esercizi tattici svolti dagli uomini di mister Ciullo, azzarda una previsione. "Secondo me - dichiara l'imprenditore barese - ci saranno non meno di 2mila spettatori paganti". Se la profezia del patron si dovesse avverare, Brindisi-Matera, conteggiando anche i tifosi ospiti e gli ingressi gratuiti, sarà seguita da circa 3mila persone: davvero una bella cornice di pubblico per un torneo dilettantistico.

Flora si è soffermato anche sui temi di mercato, confermando (come dichiarato ieri a BrindisiReport.it) che con l'arrivo di Albano si chiude il mercato in entrata del Brindisi, e sulla situazione complessiva del campionato.

"Vista la necessità di prendere un calciatore amato dal pubblico e che ci può dare qualcosa - dichiara Flora - ho fatto quest'ulteriore sforzo economico. Certo, ci vorrebbero ulteriori correttivi, ma noi dobbiamo tener d'occhio anche la situazione finanziaria. Come tutti sanno, io sono un convinto assertore che bisogna fare il passo per quello che è giusto farlo e non lanciarsi in squilibri che possono solo creare danni".

Numerosi addetti ai lavori considerano il Matera di mister Vincenzo Cosco la squadra più attrezzata per il salto di categoria. Ma il presidente non la pensa così. "Per me la più grossa corazzata - dichiara Flora - è il Taranto. Lasciamo perdere i nomi. Il Taranto è una squadra quadrata, con delle individualità capaci di risolvere le partite in qualsiasi momento, anche se questo campionato ci ha già abituato a una serie di passi falsi e di imprevisti".

"Squadre materasso non ne ho viste ancora. E' un campionato difficile, che in queste partite non dirà nulla sul risultato finale, ma dirà molto su quelle che sono le ambizioni di ogni squadra. Al di là del risultato, domenica mi aspetto una bella battaglia sportiva fra una squadra allestita senza badare a spese (il Matera, ndr) e una squadra allestita con avvedutezza e oculatezza (il Brindisi, ndr). Quindi - conclude Flora - prepariamoci a un bello scontro".

L'esterno Loiodice, intanto, costretto a saltare la sfida di Gelbison per una contrattura al quadricipite femorale, ha pienamente recuperato dall'infortunio e si è allenato insieme al resto del gruppo. Fermo ai box, invece, Niccolò Greco, che domani dovrà sottoporsi a un esame radiografico alla coscia sinistra. Per il resto, tutti abili e arruolati. (Fotoservizio Gianni Di Campi).

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento