Almeno in 500 a Roma per incitare il Brindisi all'impresa

BRINDISI – Ventuno i giocatori del Football Brindisi convocati per la gara di domani con la Cisco Roma. Nell’elenco diffuso nella tarda mattinata di oggi dall’allenatore Massimo Silva c’è anche Roberto Taurino, in forse sino all’ultimo momento perché domenica scorsa, nel match di andata, aveva riportato una forte contusione alla caviglia destra. Si è ripreso. La voglia di esserci ha contribuito alla sua guarigione.

Silva

BRINDISI – Ventuno i giocatori del Football Brindisi convocati per la gara di domani con la Cisco Roma. Nell’elenco diffuso nella tarda mattinata di oggi dall’allenatore Massimo Silva c’è anche Roberto Taurino, in forse sino all’ultimo momento perché domenica scorsa, nel match di andata, aveva riportato una forte contusione alla caviglia destra. Si è ripreso. La voglia di esserci ha contribuito alla sua guarigione.

Gli altri convocati sono i portieri Pinzan e Ferrante; i difensori Idda, Pasqualini, Trinchera e Maulella; i centrocampisti Battisti, Fiore, Mortelliti, Montella, Piccinni, Carcione, Minopoli, Pizzolla, Alessandrì; gli attaccanti Da Silva, Moscelli, Albadoro, Galetti, Siclari. Quindi tutti a disposizione di Silva per questa gara, decisiva per il prosieguo della corsa verso la Prima divisione.

Al Brindisi, a Roma, nello stadio Flaminio, tocca vincere. Non ha altri risultati a disposizione. Al contrario della Cisco, alla quale basta un pareggio per poter passare il turno avendo pareggiato anche domenica scorsa a Brindisi e quindi va avanti per effetto del migliore piazzamento in classifica (terza la Cisco, quarto il Brindisi).

E’ ovvio, però, che i laziali non possono giocare per il pareggio come hanno fatto nel Fanuzzi di Brindisi. Questo perché un gol lo si può sempre subire, anche pochi attimi prima del fischio finale. Quindi deve “aprirsi” al gioco per cercare di vincere. E così facendo darà maggiori possibilità ai giocatori del Brindisi di creare opportunità da rete.

La partita, secondo i bookmaker, è aperta a tutti i risultati, anche se il pronostico è più favorevole ai romani potendo contare su due risultati per passare il turno. Giuseppe Incocciati, allenatore della Cisco, può contare su tutti i giocatori e su una loro forma fisica eccellente. Lo stesso vale per i brindisini. Che stanno bene anche sul piano mentali, consapevoli di potercela fare e pronti a dare battaglia.

I biancazzurri saranno sostenuti da tanti tifosi che si muoveranno da Brindisi. Sinora sono certi cinquecento. Conteggio reso possibile dal numero di biglietti messi a disposizione dei brindisini in un primo momento, che sono stati immediatamente esauriti. Nonostante la richiesta fosse notevolmente maggiore la società romana non ne aveva dati altri. Questo perché sebbene lo stadio Flaminio abbia una capacità di trentaduemila spettatori, è omologato per soltanto cinquemila presenze.

E il settore ospiti può contenere appena cinquecento tifosi. Sono le disposizioni nonostante la Cisco non venga seguita da più di cento persone locali. Ma poco fa è arrivata la notizia dalla Capitale che i brindisini potranno acquistare direttamente i biglietti, senza limite di numero, da un botteghino che sarà aperto allo stadio Flaminio.

“A seguito delle numerose richieste dei tifosi e delle sollecitazioni da parte della società Football Brindisi 1912 – scrive Pamela Spinelli, dell’ufficio stampa del Brindisi -, la Questura di Roma ha acconsentito che per domani, domenica 30 maggio, in occasione della gara di ritorno della semifinale play off Cisco Roma – Football Brindisi, a disposizione dei tifosi brindisini verrà aperto un botteghino in prossimità del settore ospiti dove sarà possibile acquistare i biglietti a partire dalle ore 9 e sino a poco prima dell’inizio della partita, senza limitazione numerica alcuna. Si consiglia il parcheggio delle auto in piazza Ankara”.

Per quanto riguarda le formazioni c’è il massimo riserbo sia in casa della Cisco, sia nel Brindisi. Non si vogliono concedere vantaggi all’avversario. E magari riservare una sorpresa come ha fatto domenica scorsa Incocciati che invece di giocare con tre punte e tre centrocampisti ha schierato la squadra con quattro centrocampisti (due cursori velocissimi sulle fasce esterne) e due attaccanti. Ma questa volta Silva ha studiato una serie di contromosse. “Abbiamo preparato a dovere anche questa partita – commenta Massimo Silva – e siamo pronti ad affrontare la battaglia. I ragazzi sono carichi al punto giusto. Ritengo che possiamo farcela”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I biancazzurri questa mattina hanno svolto la rifinitura. Quindi il pasto e alle 15 si sono imbarcati sul volo per Roma. La gara sarà diretta dal napoletano Ciro Carbone, 32 anni, avvocato. Carbone è al quarto anno di calcio professionistico. In questa stagione sportiva sinora ha diretto quattordici gare: undici in Prima divisione e tre in Seconda. Sarà coadiuvato da Sergio Ranghetti di Chiari e Giacomo Paganessi di Bergamo. Quarto uomo Francesco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

Torna su
BrindisiReport è in caricamento