Sport

Altro trionfo per il basket brindisino: l'Intrepida conquista la promozione in A2

Il basket brindisino continua a mietere successi. L'intrepida Brindisi di coach Gaetano Ermito ha tagliato questo pomeriggio uno storico traguardo: quello della promozione nel campionato di A2 femminile. L'obiettivo è stato raggiunto grazie alla vittoria contro la Rainbow Catania conquistata al palasport di Tuturano, nella gara di ritorno della finale dei playoff

BRINDISI – Il basket brindisino continua a mietere successi. L’intrepida Brindisi di coach Gaetano Ermito ha tagliato questo pomeriggio uno storico traguardo: quello della promozione nel campionato di A2 femminile. L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla vittoria contro la Rainbow Catania conquistata al palasport di Tuturano, nella gara di ritorno della finale dei playoff. 

Il match di andata si era concluso in parità (47-47). Quest’oggi, centinaia di persone, fra cui 50 catanesi, hanno raggiunto l’impianto tuturanese per spingere Valentina Siccardi & co. verso l’impresa. Dopo la Futura, dunque, la pallacanestro locale torna a essere rappresentata nella seconda serie L'Intrepida festeggia la promozione in A2-2del basket femminile. 
L’Intrepida aveva chiuso la regular season in vetta al campionato, approdando così alla poule scudetto. Ai quarti di finale, le ragazze di Ermito hanno superato il Gualdo Tadino (Perugia). In semifinale, è stata battuta l’altra formazione di Catania, la Lazur. La vittoria sulla Rainbow ha coronato un triennio di successi per l’Intrepida. 

Il presidente Bartolo Ermito ha saputo guidare la società con oculatezza, supportato dal dirigente responsabile, Giovanni Tasso. In capo poi sono scese loro: Valentina Siccardi, Federica Falcone, Lorena Toscano, Maria Mariutti, Francesca Gismondi, Francesca Tolardo, Marina Fersino, Marta Miccoli, Luigia Boccadamo, Sara Lauria, Marianna Saracino e Sissi Palmisano. 

Fondamentale si è rivelato anche l’apporto dell’assistent coach Danilo Liuti, dell’accompagnatore Alessandro Reho, dell’addetto allo scout Raffaele Cavaliere, dell’addetto agli arbitri Angelo Capoziello, del preparatore atletico Vincenzo Gravina e della fisioterapista Francesca Orgiani.

Coach Gaetano Ermito-2“So che può sembrare una frase fatta – dichiara coach Ermito – ma stavolta è stato veramente così: il gruppo è stata la forza di questa squadra. Poter contare su un decimo che non si è mai fatto trovare impreparato quando l’ho chiamato in causa, è stata una grande risorsa”. Preziosissimo è stato anche il carisma di Siccardi, che con la sua esperienza ha saputo guidare la squadra nei momenti cruciali della stagione. 

Adesso, però, comincia un’altra partita per l’Intrepida, forse la più impegnativa di tutte: quella per trovare degli sponsor in grado di sostenere il campionato di A2. La stagione appena conclusasi, fra regular season e playoff, ha avuto un costo superiore ai 20mila euro. L’anno prossimo, stando alle stime della società, occorreranno almeno 100mila euro per coprire gli oneri del campionato di A2. Una cifra impegnativa, per la quale non si potrà prescindere dall’aiuto di più imprenditori (nella foto a sinistra, coach Gaetano Ermito). 

“Serve trovare – spiega Ermito – più sponsor. Chiederemo l’aiuto di più imprese, nella speranza di trovare una cordata di aziende che vogliano dare una mano la basket femminile brindisino in un palcoscenico così importante”. 

E a tal proposito anche le istituzioni locali sono chiamate a dare il loro contributo. Perché è ancora fresco e fa male il ricordo delle vicissitudini in cui è incappata la New Volley Brindisi, costretta ad abbandonare il campionato di B1 femminile di pallavolo, mentre era lanciata verso il primo posto. Le realtà sane e pulite dello sport locale vanno incentivate e alleggerite da quegli orpelli (vedi il ticket per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali) che negli ultimi anni hanno provocato la fine di numerosi sodalizi. LE FOTO SONO DI VITO MASSAGLI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro trionfo per il basket brindisino: l'Intrepida conquista la promozione in A2

BrindisiReport è in caricamento