Venerdì, 19 Luglio 2024
Altro

Nevegal amaro per Loconte: sull’olio scivola via anche lotta per la vittoria

Il portacolori della EptaMotorsport, in una tribolata 49ª Alpe del Nevegal, ha chiuso al terzo posto tra le Rstb vedendo allontanarsi sempre più la vetta della classifica 

BELUNO – La 9ª tappa del Campionato italiano velocità della montagna, la cronoscalata Alpe del Nevegal, giunta alla 49ª edizione, non ha portato bene per Angelo “The Doctor” Loconte, che torna dalla trasferta. La gara organizzata da Tre Cime Promotor è stata caratterizzata dalla pioggia e dal maltempo, ma nell’unica manche senza pioggia, quella di Gara1, il driver pugliese è incappato in uno “scivolone” su di una grossa chiazza d’olio in traiettoria, rischiando di parcheggiare la sua Peugeot 308 GTi sul rail.

Ad aggiudicarsi la classifica riservata alle vetture di stretta derivazione di serie sovralimentate è stata infatti la giovanissima Selina Prantl, vincitrice di tutte e due gare domenicali in classe Rstb1.6, con Angelo Loconte e Marco Magdalone che si sono alternati sui due restanti gradini del podio delle due manche.

«Quella macchia d’olio sull’asfalto del Nevegal – spiega “The Doctor” - ha di fatto chiuso ogni possibilità di vincere il Campionato italiano velocità Montagna 2023. Quel paio di secondi, persi in gara uno, ha sancito la fine delle legittime aspirazioni di iniziò stagione. A Luzzi proveremo a toglierci, comunque, qualche soddisfazione. Mai mollare!».

Il prossimo appuntamento con il Civm si terrà in terra di Calabria con la 27ª Luzzi Sambucina, gara molto gradita a Loconte, dove negli anni ha sempre espresso ottime prestazioni su di un tecnico e difficile tracciato, molto provante per vetture e piloti.

Prossime tappe Civm 2023: 20 agosto - 27ª Luzzi - sambucina, Calabria; 3 settembre - 65ª Monte Erice, Sicilia; 10 settembre - 68ª Coppa Nissena, Sicilia; 22 Ottobre - 31ª Salita del Costo, Veneto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nevegal amaro per Loconte: sull’olio scivola via anche lotta per la vittoria
BrindisiReport è in caricamento