Domenica, 21 Luglio 2024
Altro

Trofeo dell'Adriatico e del Mar Ionio: tutto pronto per la tappa di Brindisi

Il circuito di voga itinerante a dieci remi (con timoniere) contrapporrà le marinerie di Brindisi, Molfetta, Giovinazzo e Taranto. Tra i protagonisti i "Vogatori Remuri" di Brindisi. Previste due categorie di gara: maschile e femminile

BRINDISI - Domenica 23 luglio, torna in città il meeting nazionale del Centro sportivo italiano, giunto alla quinta edizione, in concomitanza con la diciassettesima edizione del “Trofeo dell'Adriatico e del Mar Ionio”. Si tratta di un circuito di voga itinerante a dieci remi con timoniere nelle categorie maschile e femminile, che si terrà nel porto interno nei pressi del Lungomare Regina Margherita.

La gara, che si svolgerà nell'arco della mattinata, a partire dalle ore 10, vedrà confrontarsi le marinerie di Brindisi, Molfetta, Giovinazzo e Taranto.

Oltre ai Vogatori Remuri Brindisi (equipaggio maschile), prenderanno parte alle gare: Palio di Taranto (femminile), “Massimo Cervone” Giovinazzo (maschile), Vogatori Città di Taranto (maschile e femminile), Bilancella Vogatori Molfetta (maschile), Lega Navale Taranto (maschile e femminile), Vogatori Taras (equipaggio misto).

La storia e la bellezza di questa manifestazione che abbina sport, cultura, turismo, rispetto per la natura e amore per il mare, si intrecciano con i valori del Centro sportivo italiano, massima espressione dell'atleta, quale protagonista di valori, attese e focus di progetti ed esempio di vita sportiva.

La gara sulla distanza del miglio marino prenderà vita sulle imbarcazioni San Teodoro e San Lorenzo recentemente rimesse a nuovo dallo storico timoniere Franco Romanelli presso il Marina di Brindisi. 

Vogatori Remuri nel porto interno di Brindisi

Un appuntamento per rivivere tutta la cultura e le tradizioni marinare del nostro paese: la tecnica di voga adottata è quella da sempre in uso sulle scialuppe di salvataggio delle navi scuola della marina militare italiana Palinuro e Amerigo Vespucci. I Vogatori Remuri tengono particolarmente alla manifestazione che li ha visti vincitori in ben sei edizioni.

“Siamo fieri di ospitare la seconda tappa del trofeo nelle acque della nostra Brindisi – dice a tal proposito il vicepresidente dell’associazione Remuri e vogatore Antonio Romanelli – sarà uno spettacolo di sport e tradizione a cui l’intera cittadinanza brindisina potrà partecipare. Il nostro invito è quello di tifare e colorare il lungomare per darci quel pizzico di forza in più durante la gara. Un ringraziamento particolare va a tutte le realtà locali che ci sostengono nell’organizzazione di questo evento e che quest’anno hanno deciso disalire a bordo con noi e vogare per Brindisi”.

Nello specifico, l’evento (patrocinato dal Comune di Brindisi), è reso possibile grazie al sostegno di Ops (Operatori portuali salentini). L’impegno dell’associazione si inserisce nell’opera di valorizzazione del porto brindisino a trecentosessanta gradi, non solo per quanto concerne il comparto industriale  e turistico, ma anche in termini di sport, tradizione e cultura.

Marina di Brindisi, Marina di Brindisi club, Lega navale, Ncilonauti, Sapido – ad un morso dal mare, Brio Brindisi, Cantiere Danese, Brindisi Città d’Acqua, Dal Pont Submarine Works Brindisi hanno contribuito in maniera essenziale all’organizzazione della tappa.

Come da tradizione, la squadra brindisina sarà guidata dall’esperto timoniere Franco Romanelli. Dopo Brindisi, il Trofeo dell’Adriatico e del Mar Ionio farà tappa a Giovinazzo (6 agosto).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trofeo dell'Adriatico e del Mar Ionio: tutto pronto per la tappa di Brindisi
BrindisiReport è in caricamento