Sport

La pausa di campionato servirà a un reset prima delle Final Eight

Alla ripresa del campionato, domenica 22 gennaio, infatti, la squadra di coach Sacchetti sarà impegnata nella difficile trasferta di Trento (si giocherà alle ore 12 e sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 1, mentre la gara di Reggio Emilia in programma il 6 febbraio sarà trasmessa su Sky Sport 2 in diretta alle ore 20.45)

BRINDISI - La fortuna ha restituito all’Enel Basket Brindisi buona parte dei punti banalmente persi e regalati in campionato a squadre direttamente interessate ad accedere alle Final Eight. Sidigas Avellino e  Marques Green, con i suoi tiri spericolati da 3 punti e con il suo incredibile finale , però, hanno di forza rimosso Trento in modo rocambolesco  dalla griglia Final Eight per inserire al suo posto l’Enel Brindisi che il giorno prima aveva bruciato le sue residue possibilità di centrare direttamente il primo obbiettivo del campionato, perdendo in casa contro Umana Venezia nel “palaghiaccio” di contrada Masseriola.

L’Enel Brindisi ha guadagnato così l’ottavo posto in classifica grazie al migliore quoziente canestri ottenuto rispetto alle formazioni raggruppate a 14 punti nella classifica avulsa, con una partita vinta e +20. Un rinnovato motivo di orgoglio per la società, lo sponsor e la parte migliore della tifoseria brindisina già pronta a seguire la squadra in questo nuovo avvenimento di grande prestigio per il basket brindisino. Si va a Rimini nella “kermesse” del basket italiano in programma dal 16 al 19 febbraio prossimo, per difendere il posto conquistato sul campo con le prime otto migliori squadre del campionato italiano e nella composizione della griglia alla formazione di coach Sacchetti toccherà di affrontare l’EA7 Armani Jeans, la squadra più titolata ed accreditata a vincere la Coppa Italia.

Intanto l’Enel Brindisi deve ben guardare il calendario e gli impegni di campionato in programma prima della data del 16 febbraio fissata per l’inizio delle Final Eight. Alla ripresa del campionato,  domenica 22 gennaio, infatti, la squadra di coach Sacchetti sarà impegnata nella difficile trasferta di Trento, contro la squadra di coach Buscaglia che ha insediato fino all’ultima partita all’Enel Brindisi il posto in Final Eight (la partita Trento- Brindisi si giocherà alle ore 12 e sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 1, mentre la gara di Reggio Emilia in programma il 6 febbraio sarà trasmessa su Sky Sport 2 in diretta alle ore 20.45).

La sosta di campionato prevista per domenica prossima 15 gennaio giunge a proposito per l’Enel Brindisi per recuperare energie e per consentire a coach Sacchetti di rivedere impostazioni di gioco che sono state evidenziate in modo ripetuto specialmente nelle ultime partite . L’Enel Brindisi deve acquisire maggiore consapevolezza nei propri mezzi e conseguire continuità di gioco fisico e tattico, e maggiore tenuta mentale spesso venuta meno nel corso di molte partite.

Anche contro Venezia la squadra ha accumulato un vantaggio che non ha saputo gestire vanificando ogni sforzo con avventate iniziative dei singoli e con ingiustificati vuoti difensivi. Il massimo vantaggio costruito a fatica di  76-63 a circa 8 minuti dalla conclusione della partita è stato vanificato da un parziale di 3 a 18 che in meno di 4 minuti ha portato la squadra di coach Valter De Raffaele a +2 e solo a risultato ormai ribaltato( sul 79-81) coach Sacchetti ha fermato il gioco e  chiesto time out per riordinare il gioco di squadra.

Contro Venezia a roster ridotto per le assenze di ben tre giocatori del valore di Tonut, Peric e Filloy l’Enel Brindisi avrebbe dovuto fare di più e sfruttare il vantaggio delle limitate rotazioni di coach De Raffele per fare valere una maggiore freschezza atletica, la più forte determinazione ed il maggiore interesse nel cercare il risultato che avrebbe consentito la certezza matematica di accedere alle Final Eight e magari conquistare un settimo posto per migliorare la griglia di partenza.

Invece la squadra si è esibita ancora una volta in una fiera degli errori che ha portato a sbagliare 13 tiri liberi e perdere 20 palle,  che sono poi 20 possessi in favore degli avversari, un vero lusso che l’Enel Brindisi non può permettersi che diventi una costante negativa, anche se il gioco in velocità professato da coach Sacchetti porta a correre questi rischi.

Intanto in giornata è stata effettuata una radiografia di controllo della mano infortuna a Kris Joseph per inviarla a Monza, all’equipe dei medici che hanno operato il giocatore americano e che servirà per capire la fase di miglioramento ed il passaggio successivo per la ripresa della riabilitazione. Kris Joseph, in ogni caso, non potrà essere disponibile a meno di un mese. Per Daniel Donzelli c’è il via libera alla ripresa della preparazione, ma anche per il giovane giocatore brindisino la ripresa sarà abbastanza lunga e non potrà essere disponibile prima di un mese.

Dulcis in fundo, la Lega fa sapere che “la società Enel Basket Brindisi è stata punita con una  ammenda di euro 3000,00 per offese collettive e frequenti del pubblico verso gli arbitri; per lancio di oggetti non contundenti (palle di carta) collettivo sporadico, senza colpire, per lancio di sputi collettivo e frequente, colpendo; per lancio di oggetti contundenti (bottiglie piene d’acqua) collettivo e frequente, colpendo senza danno”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pausa di campionato servirà a un reset prima delle Final Eight

BrindisiReport è in caricamento